Fondo Sostieni Aurora

Il Fondo Sostieni Aurora è un fondo comune mutualistico, nato nel 2020 per volontà del Coordinamento Aurora quale strumento per aiutare e dare una risposta conctreta ai bisogni delle persone più fragili del quartiere:  durante il primo lockdown il target è stato individuato in coloro che non hanno avuto accesso alle misure di sostegno attivate dalle istituzioni – tra i quali anche le persone senza residenza e senza documenti. Le famiglie che hanno avuto accesso al Fondo sono state individuate dalle diverse associazioni del Coordinamento Aurora e hanno ricevuto cibo e beni di prima necessità, materiale utile per il sostegno alla didattica a distanza, comprese le connessioni internet, e un contributo per le gite e le attività estive per bambini e adolescenti le cui famiglie hanno un reddito basso.

Il fondo Sostieni Aurora ha continuato a erogare contributi anche dopo l’emergenza pandemica. Da aprile 2022 è stato possibile provvedere anche al sostegno all’affitto per prevenire gli sfratti, nonché all’acquisto di servizi e all’aiuto in sostegno di spese specifiche come avvocati, psicologi, corsi di formazione specialistici, spostamenti, farmaci e molto altro, attraverso l’attivazione di budget di inclusione. È stato possibile ampliare l’azione del Fondo grazie alla sperimentazione nata dal programma REACT della Città di Torino, e più precisamente attraverso le progettualità Aurora comunità di Cura e La comunità è di casa, presentati da alcuni enti del Coordinamento Aurora.

Oggi, quindi, il fondo Sostieni Aurora non interviene più solo nell’emergenza con il sostegno alla  distribuzione di beni di prima necessità, ma prova ad affrontare il tema della povertà con soluzioni più di lungo periodo per fornire alle persone in difficoltà strumenti per raggiungere una maggiore autonomia economica e guardare con fiducia al futuro; il Fondo consente di offrire un aiuto concreto e su misura, anche attraverso percorsi abilitanti e professionalizzanti, che valorizzano le competenze e danno spazio alle ambizioni.

Il Fondo è amministrato da un Comitato di gestione aperto composto da Fondazione di Comunità Porta Palazzo, Casa del Quartiere Cecchi Point, associazione Educadora onlus, associazione Arteria onlus e Aurora Lab del Politecnico di Torino. Il funzionamento messo a punto ha permesso di evitare le procedure complesse, che avrebbero ritardato l’erogazione di aiuti diretti, grazie a un sistema di completa trasparenza, fiducia e credibilità.

Possono ricevere contributi dal fondo le persone e le famiglie individuate dalle diverse associazioni del Coordinamento Aurora con le quali ci sono rapporti educativi-relazionali pregressi e che garantiscono fiducia nella corretta destinazione delle risorse.

Ad oggi, sono stati raccolti oltre 27.600€ grazie all’impegno dei soggetti che si sono fatti promotori delle campagne di raccolta fondi, ai contributi della Circoscrizione 7 e della Fondazione Compagnia di San Paolo.

Finora, i fondi raccolti sono stati usati  per spese alimentari (46%), per il sostegno in area educativa (28%)  per i budget di inclusione (26%). I beneficiari dal 2020 ad oggi sono stati oltre 1150.

Grazie a Sostieni Aurora, Amadou nell’estate 2022 ha fatto i provini di calcio nelle Marche e ora gioca con la Primavera Taranto, Youssouf e la sua famiglia hanno sistemato la situazione debitoria nei confronti del proprietario di casa, Lionelle sta per iniziare un tirocinio formativo, più di 130 famiglie hanno ricevuto un contributo per l’iscrizione ai centri estivi, oltre 900 persone hanno ricevuto beni di prima necessità.

 
 

Il fondo rotativo

Nel 2023, con le risorse del Fondo Sostieni Aurora, il Coordinamento Aurora vorrebbe sperimentare uno strumento di erogazione di prestiti d’onore senza interessi per consente di far fronte alle spese più sostanziose delle famiglie. L’accesso al fondo rotativo avverrebbe sempre tramite la rete di prossimità di cui le associazioni locali sono garanti e sarebbe valutato da personale esperto e dal Comitato di gestione. I soggetti richiedenti il prestito saranno tenuti a sottoscrivere un patto fiduciario che conterrà le modalità di restituzione della somma richiesta che andrà a reintegrare il fondo messo poi a disposizione di nuovi soggetti.

Dona ora per dare un supporto concreto alle persone in difficoltà economica del quartiere Aurora e Porta Palazzo.