Pro Event Calendar

FESTA DI FINE ESTATE Cecchi Park

FESTA DI FINE ESTATE
Cecchi Park

giochi per famiglie, cena condivisa, dancehall popolare

la Casa di Quartiere Cecchi Point apre il cortile a tutta la cittadinanza per una serata di festa

Una serata che festeggia la fine delle attività prima della pausa estiva
Un momento per stare insieme con tutte le realtà che vivono e animano il Cecchi
Un evento per sostenere la tua Casa di Quartiere in Aurora!

IL PROGRAMMA DELLA SERATA

Ore 20: cena condivisa tutti possono portare qualcosa da mangiare e da bere da condividere con gli altri

dalle ore 21: giochi “Luna Park” per tutti (famiglie e ragazzi) e disco dancehall popolare

vuoi provare l’ebrezza di fare il dj? porta la tua playlist e mettiti in consolle

La serata ha anche l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sulle difficoltà economiche che dal 2014 colpiscono la Casa del quartiere, mettendone a rischio la sostenibilità futura.

“Il 15 luglio vuole essere un momento per radunare e ringraziare tutti coloro che hanno lavorato con noi e che hanno preso parte alle tantissime iniziative organizzate nel corso dell’ultimo anno. Allo stesso tempo, apriamo le porte a tutto il quartiere per presentarci a chi ancora non ci conosce e per accogliere chi vuole proporre idee e progetti da realizzare nei nostri spazi a partire da settembre. Dal 2012 il Cecchi Point è la Casa di tantissimi cittadini: i bambini e le famiglie che seguono le iniziative dell’educativa, gli amanti del teatro e della musica, gli artisti che si esibiscono nei nostri teatri, le associazioni e i gruppi informali che hanno sede nei nostri spazi, gli utenti delle Officine Creative. Oggi più che mai, per continuare a vivere, il Cecchi Point ha bisogno del sostegno economico di tutti loro e di chiunque crede nel bello che in questi anni abbiamo costruito”. racconta Davide Paglia

Sarà possibile sostenere la tua Casa di Quartiere attraverso il tesseramento e l’offerta libera

IL CECCHI POINT HA BISOGNO ANCHE DI TE!


INGRESSO libero
per info: info@cecchipoint.it

CINEMA CON BEBE’ AZUL E ASMAR

CINEMA CON BEBE’

AZUL E ASMAR 

di Michel Ocelot (2006, 99′)

Azur ha gli occhi azzurri, Asmar ce li ha neri come la notte. Il primo è figlio di un nobile gelido, il secondo di un’amorevole balia, che cresce i pargoli come fratelli, raccontando a entrambi, ogni sera, alle porte del sonno, la leggenda della fata dei Jinns, che attende, da una prigione nascosta, il giovane che la libererà. Ma un giorno il padre di Azur lo manda lontano da casa per studiare e scaccia dalla sua dimora francese la nutrice e il piccolo Asmar. Solo una volta adulto, Azur si imbarcherà in direzione dell’Oriente per ritrovare i suoi cari e liberare la fata dei Jinns.
Lo guida l’eco di una lingua a noi sconosciuta, di cui serba il ricordo infantile (l’arabo, volutamente non doppiato né sottotitolato) e lo scorta lo sgradevole Rospù, un mendicante brutto e bianco che sputa sulla terra che lo sta ospitando e che gli dà di che sopravvivere.

Prima ancora che un artista, Michel Ocelot è un incantatore, uno di quegli illusionisti capaci di magiche incongruità, come far uscire un animale da un oggetto vuoto o un film sul medioevo della civiltà islamica da un software 3D che più moderno non si può. Con Azur e Asmar, spettacolo nel quale si mescolano suggestioni da “Mille e una notte”, Ocelot mette in scena la vicenda di un’amicizia elettiva tra un principe azzurro e un esotico Aladino inserendola nello schema della fiaba, e con questo ci ricorda che la realtà è ben diversa. Però, come insegna l’esempio di Azur, un racconto leggendario può guidare una vita, basta crederci. Basta attraversare il mare che ci divide dall’ignoto e capire che la differenza non è un segno di sottrazione ma uno scrigno di pietre preziose.
In questo gioco di specchi e porte gemelle, a ognuno il turno di riflettersi e riflettere per capire se si è più Asmar o più Azur o più Rospù. L’appello civile e morale non è alla tolleranza ma al riconoscere che -come in ogni fiaba che si rispetti- l’unione fa la forza. Ocelot vede nell’unione delle culture l’avvenire del mondo e lo comunica con il suo tratto ispirato tanto dai pittori fiamminghi che dalle miniature persiane e la sua tavolozza che mescola i colori di Francia con quelli della Turchia, dell’Andalusia e del Maghreb.


Merenda (2€) e proiezione gratuita di Azul e Asmar di Michel Ocelot
per info: cinema@cecchipoint.it

a cura di Giovani Genitori, Filmfamily (Associazione Museo Nazionale del Cinema e Videocommunity)

evento all’interno del Festival della Cultura dal Basso

CINEMAUTISMO 2017 IX edizione

CINEMAUTISMO 2017 IX edizione

appuntamento al Cecchi Point con la rassegna

ORE 18,30 Cortometraggi

progetto di doppiaggio con ragazzi Asperger

ORE 21 Normal Autistic Film

di Miroslav Janek (CZ 2016, 90’) – v.o. con sott. Italiano

Presentato al Festival Internazionale del cinema di Karlovy Vary 2016 e al Trieste Film Festival 2017
Viaggio nella vita quotidiana di cinque ragazzi all’interno dello spettro autistico: Lukaš è un appassionato cinefilo; Denis un pianista molto dotato; Madja ama rappare; i fratelli Hamid e Marjam si dividono tra la passione per i pony e le tradizioni della madre sudanese.

Intervengono:

  • Dott. Roberto Keller, Psichiatra – Ambulatorio disturbi pervasivi dello sviluppo in età adulta ASL TO 2
  • Elisabetta Manolino, Gruppo Asperger Onlus
  • Paolo Cavarero, Gruppo Asperger Onlus
  • Elena Savà, Referente per l’autismo ad alto funzionamento di ANGSA Piemonte Onlus sezione di Torino

CinemAutismo, è una rassegna cinematografica gratuita volta a sensibilizzare il pubblico sul tema dell’autismo. Il suo obiettivo è quello di dare visibilità all’argomento avvalendosi di un mezzo comunicativo immediato ed emotivamente coinvolgente quale il cinema e stimolando il dibattito al fine di rendere i disturbi dello spettro autistico meno “invisibili”.


ingresso libero

Per informazioni: info@cinemautismo.it – cinemautismo.it / info@amnc.it

organizzazione Videocommunity e AMNC in collaborazione con CinemAutismo

CORSO DI CLOWN

CORSO DI CLOWN

per ritrovare il bambino che c’è in noi!

SABATO 25 MARZO
DOMENICA 26 MARZO

dalle ore 9 alle ore 19

aperto a tutti con saggio finale

con Franco Muzzarelli CLOWN TIZZIO

info: 3357194703 – muzzarelli.f@gmail.com

CORSO DI CLOWN

CORSO DI CLOWN

per ritrovare il bambino che c’è in noi!

SABATO 25 MARZO
DOMENICA 26 MARZO

dalle ore 9 alle ore 19

aperto a tutti con saggio finale

con Franco Muzzarelli CLOWN TIZZIO

info: 3357194703 – muzzarelli.f@gmail.com

OPEN DAY 2017 – Almondream Academy

OPEN DAY 2017

ALMONDREAM ACADEMY!

SABATO 4 MARZO
DALLE 15 ALLE 21

vieni a scoprire i nostri insegnanti….
una giornata per conoscerci
una giornata per sperimentare nuovi corsi

L’Associazione Fe.De. propone il progetto Almondream Academy al Cecchi Point
corsi di musica, canto e strumento, per adulti e bambini

Nasce dal desiderio di aiutare giovani e adulti a scoprire il proprio talento nella musica portando fuori il cuore e l’anima. Convinti che la musica sia uno strumento che dona valore, personalità, capacità di esprimere sé stessi e di connettersi agli altri e al mondo che ci circonda.

L’Associazione da vita inoltre al Worship Project, che è un corso unico nel suo genere, in quanto riguarda la formazione tecnica e teorica in ambito di christian music e di worship team (band musicali che suonano tutti i generi ma con testi esclusivamente basati sulla Bibbia e sul messaggio cristiano).

Corso di Batteria
Corso di Piano
Corso di Canto Moderno
Corso di Chitarra Acustica e Fingerpicking
Corso di Chitarra Elettrica
Corso di Basso
Corso di Canto Corale Bambini

Le lezioni sono di gruppo (max 5 persone) e includono lo studio di teoria e solfeggio e si terranno in orari pomeridiani o serali (fino alle 20) in giorni infrasettimanali.

 

VIENI A TROVARCI!

info: fb: Almondream / sito web: Almon[d]ream

TEATRO Voli Imprevedibili

Saggio Finale Laboratorio Teatrale

VOLI IMPREVEDIBILI
un viaggio con una destinazione incerta e intrigante

La Compagnia di Palazzo, compagnia teatrale in formazione composta dai giovani del progetto YEPP Porta Palazzo, presenterà il riadattamento del Verbo degli Uccelli, famoso poema persiano del poeta Farid Ad Din Attar, un favoloso itinerario per scoprire come ogni viandante sia portatore di una storia di vita che non è possibile accomunare ad un’altra.

Lo spettacolo nasce come performance finale del laboratorio teatrale condotto dal regista Marco Alotto di Itaca Teatro.


Ingresso libero e gratuito

FILM FAMILY Wall-E + Merenda Creativa

Progetto Artisti del Recupero – settimana Europea della riduzione dei rifiuti

FILMFAMILY – RASSEGNA DI CINEMA PER FAMIGLIE

WALL-E

film d’animazione di Andrew Stanton (97′ – USA 2008)

Wall-e è l’ultimo robot rimasto sulla terra dopo che gli umani l’hanno abbandonata perché invasa dai rifiuti. Si sono dimenticati di spegnerlo e lui da 700 anni continua a fare quello per cui è stato costruito: comprimere e ammassare rifiuti. Non parla ma si fa capire molto bene a gesti e attraverso una gamma di suoni espressivi come faceva R2-D2 di Guerre Stellari. È un robot animato come un animale antropomorfo, un piccolo Charlot: operaio alienato che sogna un domani migliore guardando il cielo stellato. E quando dal cielo questo domani migliore arriva sotto forma di un altro robot, Eve, più moderno e programmato per cercare vita sulla Terra, Wall-e lo insegue sull’astronave madre. Lì, sempre come il vagabondo di Chaplin, sarà un portatore sano e inconsapevole di caos e anarchia assieme agli altri “devianti” della società cioè i robot difettosi, l’equivalente di quella famiglia di freak che erano i pesci da acquario con cui aveva a che fare Nemo.
Andrew Stanton torna a raccontare “un’odissea d’amore” dopo quello straordinario road movie acquatico che è stato Alla Ricerca di Nemo e lo fa sostituendo alla vastità dell’oceano la profondità dello spazio e alla forma del film on the road quella del cinema di fantascienza distopico. Ma Wall-e non è la solita celebrazione della riappropriazione da parte dell’uomo della sua umanità in un futuro dove la tecnologia ha vinto sullo spirito, al contrario è un film capace di commuovere anche solo con un abbraccio, che afferma la bellezza e il romanticismo della tecnologia attraverso alcune delle scene più semplici e disarmanti che il cinema abbia mai offerto.
Wall-e dunque è prima di tutto uno dei più rivoluzionari film di fantascienza mai visti nel quale il mondo delle macchine è a tutti gli effetti centrale. I robot non sono solo l’entità da combattere ma una società a sé: hanno una loro vita, loro sentimenti e valori propri, i protagonisti di una trama autonoma rispetto a quella che coinvolge gli umani. Wall-e e Eve non combattono per salvare la razza umana, quello accade incidentalmente e secondariamente, combattono a fianco di altri robot buoni contro i robot cattivi prima di tutto per salvare se stessi e il loro amore, degli umani non gli importa.

a seguire Merenda Creativa Giochi in Legno

Realizziamo insieme giochi in legno, imparando piccole tecniche di falegnameria e riportando a casa le nostre creazioni. Laboratorio destinato a bambini e genitori. Con gli operatori delle Officine Creative Torino.


proiezione a ingresso libero
per info: cinema@cecchipoint.it

costo laboratorio: 10€ + 10€ tessera OCT
laboratorio a numero chiuso – prenotazione consigliata
info: info.officinecreative@gmail.com

organizzazione Videocommunity e AMNC insieme alle Officine Creative Torino
con il contributo della Circoscrizione7

RASSEGNA PER LE SCUOLE Imprinting

Progetto Artisti del Recupero – settimana Europea della riduzione dei rifiuti

RASSEGNA per le scuole

IMPRINTING

spettacolo d’improvvisazione Compagnia Quinta Tinta

Lo spettacolo si basa sull’utilizzo di scenografie improvvisate create con materiale recuperato sul posto o portato dagli spettatori, che diventa parte integrante dell’improvvisazione. Il pubblico è reso complice della performance nel portare oggetti e nel vedere come questi possano mutare con la fantasia.

Alla proiezione seguirà l’attività con gli operatori delle Officine Creative per riflettere e consentire ai ragazzi di esprimersi sul tema. Dopo una breve presentazione del significato della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, e della strategia delle “3 R”: Ridurre, Riutilizzare, Riciclare, l’attività si sviluppa come una performance collettiva guidata, coinvolgendo tutti i ragazzi  presenti in sala.


ingresso libero

per info e prenotazioni: info@cecchipoint.it

organizzazione Quinta Tinta insieme alle Officine Creative Torino

con il contributo della Circoscrizione7

RASSEGNA PER LE SCUOLE Imprinting

Progetto Artisti del Recupero – settimana Europea della riduzione dei rifiuti

RASSEGNA per le scuole

IMPRINTING

spettacolo d’improvvisazione Compagnia Quinta Tinta

Lo spettacolo si basa sull’utilizzo di scenografie improvvisate create con materiale recuperato sul posto o portato dagli spettatori, che diventa parte integrante dell’improvvisazione. Il pubblico è reso complice della performance nel portare oggetti e nel vedere come questi possano mutare con la fantasia.

Alla proiezione seguirà l’attività con gli operatori delle Officine Creative per riflettere e consentire ai ragazzi di esprimersi sul tema. Dopo una breve presentazione del significato della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, e della strategia delle “3 R”: Ridurre, Riutilizzare, Riciclare, l’attività si sviluppa come una performance collettiva guidata, coinvolgendo tutti i ragazzi  presenti in sala.


ingresso libero

per info e prenotazioni: info@cecchipoint.it

organizzazione Quinta Tinta insieme alle Officine Creative Torino

con il contributo della Circoscrizione7