Pro Event Calendar

TECS Trame Emergenti DETECTIVE SI NASCE, UOMINI SI DIVENTA

TECS Trame Emergenti
Rassegna amatori di Prosa organizzata da Quinta Tinta

DETECTIVE SI NASCE, UOMINI SI DIVENTA

Compagnia I 4 del Trio
Testo di Francesco La Rosa
Regia di Francesco La Rosa, Michela Zungri
Musiche di Oliver Crini, Francesco La Rosa
con Marco Balmativola, Vito Di Martino, Liliana Vagnoni

Nella giornata dello scorso 21 luglio, la sign.na Pinuzza è stata dichiarata dispersa da Alfredo e Graziella, i genitori preoccupati. All’arrivo in loco dell’autoproclamato detective, il sig. Germano, la ricerca è proseguita con la consulenza extrasensoriale di una chiromante del quartiere, che in estasi ha dichiarato: “La visione è chiara: cercatela a Porta Palazzo!”. Le indagini sono tuttora in corso tra le bancarelle e i personaggi eccentrici del mercato.

Compagnia I 4 del Trio. Associazione culturale che si occupa di teatro di figura, scenografia e musica, “I 4 del Trio” vengono fondati da due compagni di scuola affascinati dalle possibilità del teatro. Nel corso degli anni e dei progetti il gruppo cresce, ed oggi ha al suo attivo vari spettacoli e laboratori di espressione creativa.

trailer spettacolo


Ingresso: biglietto unico 5€

per info e prenotazioni: 3383588315 – teatro@cecchipoint.it

TEATRO La Tettonica dei Sentimenti

Serata di Prosa

LA TETTONICA DEI SENTIMENTI

di Eric-Emmanuel Schmitt

Diane e Richard, esponenti di una Parigi borghese,vivono una relazione fatta di equilibrata routine e composta eleganza. Voler sfidare questa condizione è la scossache può elevare o distruggere il loro rapporto.
Trascinati in un vortice di silenzi ed orgoglio,la loro relazione ne riemergerà con confinicompletamente mutati.

con Elisabetta Gullì, Matteo Astengo, Stefania Rosso, Giulia Accatino, Luna Serra

Pièce – Eric-Emmanuel Schmitt
Traduzione – Giulia Serafini
Adattamento e Regia – Gabriele Molli

La Clarendon Company si apre al teatro di prosa.


Ingresso: Intero – 10,00 € / Ridotto – under 14/over 65 – 8,00 €

Info e prenotazioni: clarendoncompany@gmail.com

TECS Trame Emergenti OSSESSIONE

TECS Trame Emergenti
Rassegna amatori di Prosa organizzata da Quinta Tinta

OSSESSIONE

di Stephen King
Compagnia Magdeleine G
sceneggiatura: Sergio Palladino
regia: Massimo Tommaso Rotella

con Ilaria Bacciu, Teresa Caporale, Gaia Dimino, Teo Morselli, Federico Orizzonte, Martina Scudeler, Micaela Trunfio, Ilaria Vannucci, Iglifh Zorzi

Charlie Decker, liceale dell’ultimo anno, spara e uccide la professoressa prendendo in ostaggio l’intera classe. Inizierà un gioco psicologico paradossalmente terapeutico sia per Charlie che per i suoi compagni. Essi infatti riusciranno a dar voce a reconditi pensieri affrontando tematiche personali e tipiche dell’età giovanile come il rapporto genitore-figlio o il primo approccio alla sessualità,esorcizzandone in tal modo la loro influenza negativa. Ted, compagno di Charlie e rappresentante apollineo dell’etica e della morale costituita, si rivelerà il suo unico oppositore.

Il libro è stato censurato per diversi anni perché si dice aver ispirato molti giovani assassini, gli stessi protagonisti del massacro alla “Columbia Highschool” ne tenevano una copia nel loro armadietto.

L’Associazione culturale “Magdeleine g”, è nata nel 2005 a Gassino Torinese sotto la direzione artistica di Tommaso Rotella e Silvia Gatti per formare giovani attori e ballerini. I diversi Ensemble tra danza e teatro, formati da giovani, se non giovanissimi, hanno lavorato sinergicamente per la commistione delle arti, attraverso rivisitazioni di classici e creazioni più sperimentali. La giovane compagnia teatrale Magdeleine g” sotto la guida del regista Tommaso Massimo Rotella porta in scena “Ossessione” il primo testo di Stephen King (riadattato da Sergio Paladino).

Trailer spettacolo


Ingresso: biglietto unico 5€

per info e prenotazioni: 3383588315 – teatro@cecchipoint.it

TECS Trame Emergenti …E INSANIA SI TUFFO’ IN MARE

TECS Trame Emergenti
Rassegna amatori di Prosa organizzata da Quinta Tinta

… E INSANIA SI TUFFO’ IN MARE

di e con la compagnia La Sacra Sindrome
da un’idea di Claudio De Angelis
musiche di Rocco di Bisceglie e Alessandra Elia
disegni di G. Berardi

con Alessandro Cebrian Cobos, Rocco di Bisceglie, Alessandra Elia, Vincenzo Leone, Diego Panfori, Marta Riconosciuto

In scena: Serena, Mattia, Mastro Consiglio, le Vecchine, il Fottente, la Miglioratrice, Jamal, Carola e Nicoletta, e un Ospite Inquietante già padrone di casa. Un viaggio. Una crescita interiore. Alla ricerca di uno straccio di senso.

È la storia di Nicoletta Insania, una giovane ragazza all’ultimo anno delle superiori prima della maturità, che da Torino giunge a Camogli dove, tra vento e mare, personaggi attendono per raccontare la propria voce. Dialoghi che si incontrano. Un mare di pensieri. Lo si può dire bizzarro, lo si può dire grottesco, surreale… con canzoni e maschere larvali-espressive oppure, poi, si vede il da dire. Ma la vera domanda è: quella donna immaginava tutto questo?Riflessioni per uno straccio di senso:“finisce una civiltà non per migrazioni, inarrestabili, ma generazioni sprecate”

La Sacra Sindrome nasce nell’incontro di Claudio de Angelis con sette attori esordienti che accettano di aiutarlo nella messa in scena di un testo che cresce fino a diventare uno spettacolo. Un gruppo fluido, dopo aver esordito con “Insania”, lo ripropone in una nuova versione per Trame Emergenti


Ingresso: biglietto unico 5€

per info e prenotazioni: 3383588315 – teatro@cecchipoint.it

TECS Trame Emergenti MALAGENTE

TECS Trame Emergenti
Rassegna amatori di Prosa organizzata da Quinta Tinta

MALAGENTE

di e con la compagnia Via le Sedie
regia di Francesco Varano
coreografie di Chiara D’Ingeo
actor coach Anna Radici

INTERPRETI: Laura Abbà, Lorenzo Albrile, Elisa Benedetto, Amedeo Bova, Carlotta Brignone, Federico Clerico, Giulia Di Napoli, Chiara D’Ingeo, Valeria Finelli, Matilde Frignani, Ilaria Fucale, Giulio Gervasio, Amedeo Mandrone, Maria Cristina Manzon, Alessandra Minchillo, Valentina Monateri, Chiara Morra, Marta Romagnoli, Giulia Salerno, Maria Novella Tavano

La Malagente è uno stato d’essere, un carattere che disturba.
E allora parliamo di uomini, di chi sa che c’è sempre qualcosa da nascondere, qualcuno da raggirare, un dubbio in cui dibattersi, qualcuno per cui immolarsi. La domanda da porsi è: chi è la Malagente nella realtà?
Lo spettacolo presenta quattro quadri di “tipi umani” scelti a partire da una riflessione su ciò che più ci infastidisce di noi e delle persone che ci circondano nella vita di tutti i giorni: caratteri della quotidianità che disturbano, diventando quasi ossessivi e morbosi. Il grottesco è un filo rosso che percorre l’intera rappresentazione e suscita un riso amaro, anche laddove il comico sembra prendere il sopravvento.
Per ogni quadro è stata costruita una partitura fisica sulla base di diverse suggestioni musicali. Solo dopo è stata aggiunta la parola.

Compagnia Via le Sedie Il gruppo della compagnia è nato all’interno del laboratorio teatrale del liceo D’Azeglio di Torino coordinato da Francesco Varano. Le esperienze sul palco durante tutti e cinque gli anni di scuola hanno contribuito a consolidare quella che si è rivelata una passione condivisa per il teatro; tanto che una volta diplomati, parallelamente agli impegni universitari e lavorativi, hanno deciso di costituire la compagnia amatoriale Via le Sedie, che opera autonomamente da due anni ed è diventata Associazione Culturale di Teatro Amatoriale dal 2017.


Ingresso: biglietto unico 5€

per info e prenotazioni: 3383588315 – teatro@cecchipoint.it

TEATRO RAGAZZI Non aprire quella porta

RASSEGNA LO SPECCHIO MAGICO

NON APRIRE QUELLA PORTA

La storia dei caprettini e il Lupo

Compagnia La Vecchia Soffitta

Lo spettacolo si sviluppa sul canovaccio della nota fiaba dei fratelli Grimm. In una casetta nel bosco abita Mamma Capra con i suoi due figlioli, i caprettini Tino e Tina. Nel prato vicino alla casa vive e lavora alacremente Pea, ape operaia che cura i suoi fiori, porta il polline al favo e produce ottimo miele. Ma nel bosco si aggira il lupo cattivo, vuole mangiarsi i caprettini e per ottenere ciò si appropria di tutto ciò che gli capita a tiro e perseguita gli abitanti nel bosco compresa la povera Pea.

Dopo diversi tentativi, il lupo riesce con l’inganno ad entrare nella casa e con ingordigia si mangia Tino tutto intero. Tina e Mamma Capra riusciranno a salvare Tino e il Lupo, seppur sconfitto, avrà una punizione meno cruenta rispetto alla fiaba originale.

E’ una fiaba che insegna a non essere superficiali, a non dare mai nulla per scontato e a non fidarsi delle apparenze, come dice Arthur Conan Doyle: “non c’è nulla di più ingannevole di un fatto ovvio”.

Lo spettacolo si è aggiudicato il Premio Sipario d’Orba 2010


Costo biglietto: 3€

per info e prenotazioni: teatro@cecchipoint.it – 3383588315

TEATRO RAGAZZI Le Guarattelle di Pulcinella

RASSEGNA LO SPECCHIO MAGICO

LE GUARATTELLE DI PULCINELLA

La tradizione dei burattini napoletani

di e con Gianluca di Matteo

I burattini protagonisti di “Le Guarattelle di Pulcinella” sono Pulcinella e le figure tipiche del teatro e della cultura popolare; Il Guappo (il prepotente) la Guardia, il Monaco , il Cane feroce, Teresina (l’eterna fidanzata). Insieme danno vita a situazioni divertenti, ironiche, a volte irriverenti, sempre catartiche e caratterizzate da un ritmo coinvolgente, capaci di rappresentare al meglio lo spirito della cultura napoletana, ma che allo stesso tempo, ricordando arcaiche nozioni, collettive e rituali, possono accomunare l’umanità tutta. Pulcinella poi non ha bisogno di presentazioni. Da Mr.Punch a Kasper, da Gasparko a Vitez Laszlo, dalla Francia alla Russia, dalla Spagna all’ Ungheria la tradizione dei burattini passa da Pulcinella. Pulcinella burattino racchiude in sé tutte le simbologie accumulate in migliaia di anni. Un significato rituale che le maschere hanno poi in parte perso con la commedia dell’arte. Le sue origini si perdono nella storia e di lui si raccontano le storie più incredibili. La sua voce somiglia a quella di una papera, è molto potente ed è prodotta con un particolare strumento chiamato pivetta. Il ritmo (la ribalta del teatrino in certi momenti viene fatta suonare come se fosse uno strumento a percussione) e l’equilibrio fra il testo e il gesto, fa sì che lo spettacolo coinvolga anche chi, non napoletano, o addirittura straniero, non comprende tutte le battute. ‘E guarattelle sono un po’ come una canzone: canticchi, balli, ti lasci trasportare. E allora come dice sempre Teresina: “Canta canta Pulecenella, che ‘a vocella tója m’ piace assaje “. Il teatrino dove Gianluca rappresenta gli spettacoli è una baracca aperta, che permette movimenti più ampi e a volte la possibilità di sbirciare il “dietro le quinte”, come capita spesso quando si lavora in strada. Gli spettacoli hanno infinite variazioni e lo stesso canovaccio raccontato più volte sarà sempre diverso.


Costo biglietto: 3€

per info e prenotazioni: teatro@cecchipoint.it – 3383588315

TEATRO RAGAZZI La Storia di Neranube

BOTTEGA D’ARTE PIEMONTE LIVE

RASSEGNA LO SPECCHIO MAGICO

LA STORIA DI NERANUBE

Favola ecologica, con canti

Con Anna Olivero e Franco Acquaviva

Regia e drammaturgia di Franco Acquaviva

produzione Teatro delle Selve – Bottega d’Arte

Un giorno il Cielo, indignato per le cose orribili che gli esseri umani compiono sulla Terra, decide di non concedere più il bene prezioso della pioggia. E così una tremenda siccità si abbatte sul Pianeta. Chi risolverà la drammatica situazione? La risposta è semplice e strana: un asino. Proprio lui, l’animale forse più misconosciuto di tutta la storia dell’umanità. Ma chissà se la lezione d’umiltà impartita dal simpatico animale agli esseri umani farà capire loro quanto sia necessario tornare a vivere in armonia con la Natura…

Due personaggi girovaghi, forse profughi provenienti da qualche lontano paese, raccontano e fanno raccontare a un asino e a una gallina di pezza e lana la storia della Nera Nube che tutto allagò.

Lo spettacolo è una riedizione, senza animali, di “Neranube”, coprodotto nel 2011-12 in collaborazione con l’Ass. Somariamente di Montorfano (Vb).


Costo biglietto: 3€

per info e prenotazioni: teatro@cecchipoint.it – 3383588315

Bocconi di Favola – TEATRO RAGAZZI

BOTTEGA D’ARTE PIEMONTE LIVE

RASSEGNA LO SPECCHIO MAGICO

BOCCONI DI FAVOLA

spettacolo per attore e maschere di cartapesta

di e con Claudio Del Toro

maschere di Randy Hayford

produzione La Barca dei Soli – Bottega d’Arte

Uno spettacolo dedicato ai bambini di tutte le età. Cosa accade quando un buffoncello di nome Buffo-Lino o Lino-Buffo esce dalla sua scatola variopinta e comincia a pronunciare formule magiche? Noi buffoncelli raccontiamo le storie ai Re e alle Regine quando sono tristi o quando hanno bisogno di una risata, quando hanno fatto un brutto sogno e non riescono ad addormentarsi, quando hanno il mal di denti e piangono di dolore noi siamo lì a rallegrarli… cantiamo, giochiamo e le storie raccontiamo.. senza senso e senza senno.. ogni buffoncello ha un libro magico di fiabe...

Accade che dal libro magico delle favole prendano vita i personaggi più bizzarri e divertenti che i bambini possano immaginare: la furba volpe dell’omino di Pan di Zenzero, lo smemorato e borbottone Dottor Klaudikus che cerca di ricordare la fiaba di “Cenerentola”, la perfida e cinica Regina Grimilde ossessionata dalla bellezza di Biancaneve…

I personaggi fuoriescono dalla scatola incantata come dal cilindro di un mago e narrano la loro versione dei fatti coinvolgendo i bambini in allegri momenti di interazione.


Costo biglietto: 3€

per info e prenotazioni: teatro@cecchipoint.it – 3383588315

TEATRO DI FIGURA Choices

TEATRO DI FIGURA

CHOICES

di e con Giulia Menegatti

regia e allestimento di Silvia Casarone e Giulia Menegatti

drammaturgia Pier Franco Brandimarte

una produzione Pesci Volanti

realizzato con il sostegno di Compagnia di San Paolo nell’ambito di Scena allo sBando

residenza teatrale dell’Hub Cecchi Point

Il progetto Choices vuole raccogliere le storie delle scelte dalle persone e le fotografie delle loro mani. In teatro le scelte verranno trasformate in uno spettacolo di teatro di figura interpretato da due mani e dieci dita.

Choices è vincitore del bando Generazione Creativa – Scene allo sBando della Compagnia di S. Paolo ed è stato realizzato anche con il sostengo del progetto De.Mo / Movin’Up I sessione 2015 a cura di Mibact e GAI.

Debutto ufficiale 11 ottobre 2015 all’interno del festival di teatro di figura Incanti a Torino.

“Ho deciso. Stanotte compro il biglietto. Domani sono all’aeroporto. Le valige le preparo in un attimo, porto soltanto il necessario.”
C’è chi ha scelto di girare il mondo. Chi ha scelto di non avere un figlio. C’è chi ha deciso di lasciare il lavoro ma anche chi ha scelto di dire sempre la verità. Cosa sarebbe successo se quella volta avessimo deciso di restare? Esiste un destino o siamo il frutto delle nostre decisioni? Ci sono persone che sanno sempre quello che vogliono, altre che oscillano perennemente tra infinite possibilità e poi scelgono per caso, altre ancora che pensano di non aver mai scelto nulla. Da febbraio a giugno 2015 Choices ha raccolto, attraverso un sito dedicato al progetto, più di cinquanta storie autobiografiche dedicate alle scelte. Queste storie sono diventate la base di partenza per la creazione della drammaturgia dello spettacolo, una combinazione tra realtà biografiche e riflessioni degli autori intorno al tema delle scelte. Ne è nata una doppia drammaturgia che attraversa lo spettacolo e che scorre in parallelo: da una parte un “flusso di coscienze” fatto di caratteri e diverse attitudini alla scelta, dall’altra storie vere – quasi delle“confessioni”- raccolte online e trasformate in pezzi teatrali per mani, oggetti e attrice. Choices dà voce alle scelte di tante persone diverse e racconta di come ci sentiamo quanto dobbiamo decidere quale strada prendere e quali possibilità abbandonare.

In scena una struttura bianca composta di vuoti e di pieni divide il palco dalla platea. Le mani e il corpo di un’attrice, alle volte manipolando oggetti, alle volte usando movimenti astratti e simbolici, si muovono nello spazio portando alla luce storie e momenti legati alle scelte di tante persone diverse.
Teatro d’oggetti, performance e corpo si mescolano così per raccontare l’istante sospeso della scelta, dando vita ad uno spettacolo ibrido, fra teatro visivo e di figura. La tecnica utilizzata, frutto di una ricerca sul movimento della mano e sulle sue potenzialità espressive, si ispira al teatro di figura e alla narrazione attraverso l’utilizzo di oggetti di uso comune in dialogo con le capacità espressive del corpo.


Costi biglietti: 10€ intero; 7€ ridotto (under 18, over 65, studenti, prenotazione via mail entro le ore 18 del giorno di spettacolo); 5€ ridotto soci cecchi

per info e prenotazioni: teatro@cecchipoint.it – 3383588315