Pro Event Calendar

The march of hope – Psicologia Film Festival

Cinema X Psicologia Film Festival

Proiezione del film

THE MARCH OF HOPE

Presenta Yunami Chauzi

Psicologia Film Festival nasce nell’autunno 2009, grazie alla collaborazione fra alcuni ragazzi del Collettivo e parte del personale della Biblioteca Federico Kiesow. L’intento del Psicologia Film Festival è duplice: da una parte stimolare un confronto sui temi affini alla psicologia, la filosofia, la sociologia e tutto ciò che riguarda la mente, dall’altra proporre film di valore cinematografico, ma poco diffusi fra il pubblico italiano.

Le proiezioni sono accompagnate da una presentazione e da un dibattito condotti da un docente, un esperto del tema. L’obbiettivo più generale è di creare un circuito di diffusione cinematografica alternativa. Nuovi luoghi d’incontro e di promozione culturale. La rassegna ha infine iniziato a dare negli ultimi due anni visibilità a giovani laureati e professionisti, che sono stati invitati a partecipare alla programmazione del festival, oltre che alla presentazione di alcuni titoli.

IL FILM

Un furgone giallo, una macchina fotografica e nessun budget. Con questi strumenti improbabili, due amici partirono da Berlino con la speranza di conoscere la crisi dei rifugiati in Europa. Non sapevano che stavano andando via durante la definizione della politica europea moderna.

In Idomeni, hanno visto il campo gonfiarsi da 3000 a 15000 in pochi giorni dopo la chiusura improvvisa dei confini balcanici. Con una futile risposta governativa hanno documentato come i rifugiati hanno sopportato il pieno fronte dell’inverno con poco più di tende estive. Quando la fame e la malattia si sono diffuse, migliaia di rifugiati sono partiti e, seguiti dai registi, si sono fatti strada attraverso le montagne venendo “accolti” con la detenzione dalle forze armate macedoni.
Girato in un clima di paura, odio e sospetto in Europa, “La marcia della speranza” è una celebrazione di tutto ciò che ci rende umani e una protesta provocatoria alla xenofobia in crescita nell’Europa moderna.

 


Ingresso libero

REFUGELESS – progetto cinematografico

CINEMA

REFUGELESS

YEPP Porta Palazzo e Videocommunity Torino
Produzione: Eva Serós Quintero, Jose Márner
Regia di Eva Serós Quintero, Jose Márner (51.11’)

Refugeless è un progetto cinematografico e umanitario che ha lo scopo di mettere in contatto molte delle famiglie disgregate in Europa, di far conoscere la loro realtà e di criticare il sistema di asilo e di ricongiungimento familiare europeo.
Lo scopo del documentario è quello di restituire un volto e una voce a queste persone, affinché smettano di essere considerate dei semplici numeri.


INGRESSO LIBERO

PARATISSIMA – Il Video Racconta l’Arte

IL VIDEO RACCONTA L’ARTE

a cura dell’associazione Videocommunity

Una proiezione di video d’artista e di video di documentazione sul lavoro dell’artista, quindi con particolare attenzione al mondo artistico. Il lavoro è incentrato pertanto sul quartiere Aurora nella Circoscrizione 7 della città di Torino.

La raccolta e selezione dei filmati è in corso e inoltre si conclude il 19 ottobre, dunque chi vuole proporre o segnalare un video può contattare Videocommunity scrivendo a: videocommunity@videocommunity.net


Ingresso Libero

CINEMA Crocevia di sguardi – MAINELAND

CROCEVIA DI SGUARDI

Proiezione del film MAINELAND

Regia di Miao Wang, Cina Usa 2017 (89’)

Filmato in Cina e negli Stati Uniti, Maineland è una storia di ingresso nell’età adulta di due ricchi e cosmopoliti adolescenti cinesi che si trasferiscono in un college americano nel Maine rurale. Sono parte del foltissimo gruppo di studenti asiatici che si iscrivono a scuole private americane.

L’estroversa Stella e l’introspettivo Harry sono alla ricerca di un’educazione all’occidentale, evitando il temutissimo esame di ammissione ai college cinesi e inseguendo il sogno di un’esperienza all’estero. Con il tempo le loro visioni del sogno americano vanno in crisi, quando si confrontano con il
senso di alienamento, con le incomprensioni culturali, e con i conflitti identitari, espressi al regista attraverso profonde riflessioni sul paese in cui vivono e sul paese d’origine.

Ne discute: Giovanni B. Andornino (Università degli Studi di Torino e T.wai)

Per informazioni FIERI, Corso Marconi 4, Torino Tel. 011-5160044/ www.fieri.it


Ingresso Libero

Per info: ​crocevia di sguardi

WESTERN – Psicologia Film Festival

Cinema X Psicologia Film Festival

Proiezione del film

WESTERN (2017)

Regia di Valeska Grisebach – Presenta Chiara Rollero

Psicologia Film Festival nasce nell’autunno 2009, grazie alla collaborazione fra alcuni ragazzi del Collettivo e parte del personale della Biblioteca Federico Kiesow. L’intento del Psicologia Film Festival è duplice: da una parte stimolare un confronto sui temi affini alla psicologia, la filosofia, la sociologia e tutto ciò che riguarda la mente, dall’altra proporre film di valore cinematografico, ma poco diffusi fra il pubblico italiano.

Le proiezioni sono accompagnate da una presentazione e da un dibattito condotti da un docente, un esperto del tema. L’obbiettivo più generale è di creare un circuito di diffusione cinematografica alternativa. Nuovi luoghi d’incontro e di promozione culturale. La rassegna ha infine iniziato a dare negli ultimi due anni visibilità a giovani laureati e professionisti, che sono stati invitati a partecipare alla programmazione del festival, oltre che alla presentazione di alcuni titoli.

IL FILM

Un gruppo di lavoratori edili tedeschi inizia un duro lavoro in un sito remoto nella campagna bulgara. La terra straniera risveglia il senso dell'avventura degli uomini, ma questi dovranno confrontarsi con i pregiudizi e la diffidenza dovuti alla barriera linguistica e alle differenze culturali.
Il palcoscenico è pronto per una resa dei conti quando gli uomini iniziano a competere per ottenere il riconoscimento degli abitanti del villaggio.
Il luogo appare come sospeso nel tempo, dove il massimo che la vita offre è il sedersi intorno a un tavolino per bere e chiacchierare, popolato da un’umanità di poche pretese.
Procedendo verso una “resa dei conti”, Western crea però momenti di reale tensione e traccia le basi per un “duello” la cui attesa rimane sospesa.

Il regista

Valeska Grisebach è una giovane regista tedesca. Si è trasferita in Austria, dove si è iscritta alla
Filmakademie di Vienna. Dopo alcuni brevi documentari, è riuscita a girare il suo primo lungometraggio di
finzione con il sostegno della Filmakademie e della Hochschule für Film und Fernsehen «Konrad Wolf» di
Potsdam/Babelsberg. Mein Stern ha vinto il premio FIPRESCI al Festival di Toronto 2001.
Nel 2017 è uscita la sua seconda pellicola di lungometraggio Western.

Chiara Rollero

Ricercatrice e Professoressa associata di Psicologia Sociale presso il Dipartimento di Psicologia
dell’Università di Torino. I suoi principali interessi di ricerca vertono sulle tematiche di genere, sullo studio
dei mass media, nonchè sugli stereotipi e sui pregiudizi.


Ingresso libero

SERATA DI CORTOMETRAGGI

DOPPIA PROIEZIONE

  • Proiezione del corto IO E ASCANIO (14′)

Regia e sceneggiatura di Enzo Dino, soggetto Massimo Dimaio
Cast Elena Rotari e Stefano Saccotelli – produzione “Dmovie Msd”

Federica e Ascanio due pazienti oncologici che attraverso un libro che decidono di scrivere insieme. Durante il
periodo della chemioterapia trovano l'entusiasmo e la forza per sorridere e vivere con positività ed ottimismo il dramma della malattia che li ha colpiti.

  • A seguire proiezione del corto GIOIA L’ANGELO DEL GHIACCIO (19′)

Regia di Enzo Dino

Gioia l’angelo del ghiaccio e un corto tratto da una storia vera con l’obiettivo di trasmettere il valore dello sport dal punto di vista di Gioia Casciani giovane promessa e campionessa di pattinaggio sul ghiaccio venuta a mancare in un tragico incidente stradale con la cugina Ginevra Barra Bajetto il 27 ottobre del 2017 sulla tangenziale del Brennero mentre tornava dalla gara svoltasi a Merano. Il soggetto del corto e dei genitori di Gioia Antonio Casciani e Monica Lorenzatti.

prenotazione obbligatoria via mail: dr@drmovisest.it

 

 


Ingresso Libero

CINEMA Tunnel Vision

Settimana europea della mobilità sostenibile 2018

Proiezione del film TUNNEL VISION

di Ivan Hexter, 2016, 58’

Cronaca di un movimento di cittadinanza e disobbedienza civile. Di come sia riuscito a catturare l’attenzione dei media, a fronteggiare la polizia. Di sfidare gli interessi economici governativi fino a minare l’accordo siglato a Melbourne nel 2014. Accordo per la realizzazione dell’Est West Link Project, una strada a pedaggio di quasi 20 km destinata a collegare due autostrade situate ai margini opposti della città.
Dalle testimonianze degli attivisti più esposti e dai filmati inediti girati nel corso della protesta, emerge una comunità eterogenea. Una comunità perciò pronta a smascherare la dubbia utilità di grandi investimenti a scapito del trasporto pubblico e della vivibilità, dimostrando che, certamente, una sana democrazia è quella in cui i cittadini contribuiscono alle decisioni chiave per il loro futuro.

 


Ingresso Libero

WONDER

Proiezione + aperitivo benefit

WONDER

Comitato Collaborazione Medica CCM

Serata di cineforum, dedicata al bullismo e alla differenza, con un film, perciò, adatto a tutti. Al termine del film, sarà organizzato un dibattito, con le testimonianze degli operatori che sono impegnati in percorsi educativi nelle scuole.

Aperitivo benefit 15 €.

Questo evento fa parte della rassegna Humus – un’estate fertile al Cecchi Point!


 

L’ULTIMO UOMO DELLA TERRA – FILM

Prioezione del film

L’ULTIMO UOMO DELLA TERRA (1964) di Ubaldo Ragona

Rassegna Black&Cecchi

L’ultimo uomo della Terra è un film horror fantascientifico del 1964. E’ diretto da Ubaldo Ragona o, come indicato nella versione americana, da Sidney Salkow (il film, a seconda delle fonti, viene accreditato all’uno o all’altro regista). Il soggetto è tratto dal romanzo post apocalittico di Richard Matheson Io sono leggenda (I Am Legend) del 1954 (pubblicato in Italia nel 1957 con il titolo I vampiri). Dallo stesso romanzo sono stati tratti in seguito altri due film. 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra (The Omega Man, 1971) e Io sono leggenda (I Am Legend, 2007), ma il primo del 1964 rimane generalmente considerato l’adattamento più fedele.

In apertura corto horror L’urlo dell’educativa dei ragazzi del Cecchi Point

Questo evento fa parte della rassegna Humus – un’estate fertile al Cecchi Point!

Très Court International Film Festival

Très Court International Film Festival

Con Alliance Française Torino

FESTIVAL DI CORTOMETRAGGI ITINERANTE

Sarà proiettata la Selezione Internazionale: un mosaico composto da una quarantina di cortometraggi da meno di 4 minuti che permette di scoprire l’universo creativo dei più talentuosi registi dei nostri giorni. Tutti gli spettatori del Très Court International Film Festival sono coinvolti in modo attivo. Perciò al termine della proiezione le persone sono invitate a votare il miglior corto. I risultati, suddivisi per città, verranno inoltre pubblicati online e saranno alla base del Premio del pubblico globale.

Questo evento fa parte della rassegna Humus – un’estate fertile al Cecchi Point!


SERATA AD OFFERTA LIBERA