Pro Event Calendar

WONDER

Proiezione + aperitivo benefit

WONDER

Comitato Collaborazione Medica CCM

Serata di cineforum, dedicata al bullismo e alla differenza, con un film, perciò, adatto a tutti. Al termine del film, sarà organizzato un dibattito, con le testimonianze degli operatori che sono impegnati in percorsi educativi nelle scuole.

Aperitivo benefit 15 €.

Questo evento fa parte della rassegna Humus – un’estate fertile al Cecchi Point!


 

L’ULTIMO UOMO DELLA TERRA – FILM

Prioezione del film

L’ULTIMO UOMO DELLA TERRA (1964) di Ubaldo Ragona

Rassegna Black&Cecchi

L’ultimo uomo della Terra è un film horror fantascientifico del 1964. E’ diretto da Ubaldo Ragona o, come indicato nella versione americana, da Sidney Salkow (il film, a seconda delle fonti, viene accreditato all’uno o all’altro regista). Il soggetto è tratto dal romanzo post apocalittico di Richard Matheson Io sono leggenda (I Am Legend) del 1954 (pubblicato in Italia nel 1957 con il titolo I vampiri). Dallo stesso romanzo sono stati tratti in seguito altri due film. 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra (The Omega Man, 1971) e Io sono leggenda (I Am Legend, 2007), ma il primo del 1964 rimane generalmente considerato l’adattamento più fedele.

In apertura corto horror L’urlo dell’educativa dei ragazzi del Cecchi Point

Questo evento fa parte della rassegna Humus – un’estate fertile al Cecchi Point!

Très Court International Film Festival

Très Court International Film Festival

Con Alliance Française Torino

FESTIVAL DI CORTOMETRAGGI ITINERANTE

Sarà proiettata la Selezione Internazionale: un mosaico composto da una quarantina di cortometraggi da meno di 4 minuti che permette di scoprire l’universo creativo dei più talentuosi registi dei nostri giorni. Tutti gli spettatori del Très Court International Film Festival sono coinvolti in modo attivo. Perciò al termine della proiezione le persone sono invitate a votare il miglior corto. I risultati, suddivisi per città, verranno inoltre pubblicati online e saranno alla base del Premio del pubblico globale.

Questo evento fa parte della rassegna Humus – un’estate fertile al Cecchi Point!


SERATA AD OFFERTA LIBERA

LA NOTTE DEI MORTI VIVENTI – FILM

Prioezione del film

LA NOTTE DEI MORTI VIVENTI (1968) di George Romero

Rassegna Black&Cecchi

La notte dei morti viventi (Night of the Living Dead) è un film del 1968 diretto, scritto, fotografato, montato e musicato da George A. Romero e interpretato da Duane Jones, Judith O’Dea e Karl Hardman.
La storia segue i personaggi Ben (Duane Jones) e Barbra Huss (Judith O’Dea), insieme ad altre cinque persone, intrappolate nella casa colonica di un cimitero della Pennsylvania che pullula di “morti viventi”. La notte dei morti viventi è stato il primo film della tetralogia dei morti viventi diretta da Romero; inoltre ne sono stati realizzati due remake.

In apertura corto horror L’urlo dell’educativa dei ragazzi del Cecchi Point

Questo evento fa parte della rassegna Humus – un’estate fertile al Cecchi Point!

M IL MOSTRO DI DUSSELDORF – FILM

Prioezione del film

M IL MOSTRO DI DUSSELDORF (1931) di Fritz Lang

Rassegna Black&Cecchi

M – Il mostro di Düsseldorf (M – Eine Stadt sucht einen Mörder) è un film tedesco del 1931, diretto da Fritz Lang. Il film si ispira agli efferati crimini commessi nella Germania negli anni venti da Fritz Haarmann e Peter Kürten. Il film è da considerare come uno dei prototipi del filone noir che si sviluppò poi in America negli anni Quaranta.

In apertura corto horror L’urlo dell’educativa dei ragazzi del Cecchi Point

Questo evento fa parte della rassegna Humus – un’estate fertile al Cecchi Point!

ALIENWEEN – INGRESSO LIBERO

Proiezione del film

ALIENWEEN (2015)

INGRESSO LIBERO

Il Film

Quattro trentenni legati da una passata amicizia si ritrovano a passare la notte di Halloween insieme. Nella vecchia casa della loro adolescenza faranno un festino a base di droga e prostitute.

La “riunione di famiglia”, arricchita dall’inaspettato arrivo delle fidanzate gelose, prenderà una piega inaspettata a causa di una misteriosa pioggia di comete.

Sotto assedio sia fuori che dentro la casa inizia una lotta per la sopravvivenza a tratti comica, a tratti tragica ma sempre disperata, tutti contro tutti in un’apocalisse il cui pericolo più letale sono i fantasmi del passato che i protagonisti portano dentro di loro.

“Il cinema horror splatter italiano è tornato, con effetti speciali artigianali che sembrano provenire dagli anni ’80 di Raimi, Carpenter, Yuzna, Ching Siu-tung e compagnia militante.
L’autarchico Sfascia, già regista di I REC U mette in scena un’apocalisse pop travolgente e demenziale, ricca di inaspettati momenti melodrammatici e toccanti” – Future Film Festival

 

Genere: Commedia Horror Fantascienza Melodramma


Ingresso libero

COME UNA CRISALIDE – INGRESSO LIBERO

Proiezione del film

COME UNA CRISALIDE

Con il regista Luigi Pastore – (2008, 80’) Thriller\Horror – INGRESSO LIBERO

Il Film

Durante una seduta analitica, una psicologa consiglia a un suo paziente il ricovero presso una clinica specialistica. Questa decisione scatena la follia latente del misterioso individuo. L’abbandono è la chiave del suo delirio, che lo porterà a uccidere ancora una volta, come era già accaduto in passato con il suo primo, perduto amore.
Così, dopo essersi sbarazzato del corpo dell’analista, decide di continuare da solo la “terapia”. Con l’aiuto di una piccola videocamera, registrerà i suoi stati d’animo in un allucinante crescendo.

“Come una crisalide” è la metafora che usa per descrivere la sua trasformazione, l’ultima metamorfosi della sua esistenza, che lo farà diventare uno spietato serial killer punitore. Le sue vittime, infatti, non sono scelte a caso; agisce secondo un crudele disegno che affonda le sue radici nel rifiuto della società e delle sue molteplici contraddizioni. Ma l’incontro casuale con Lisa, una ragazza che ama leggere poesie in solitudine, genera nell’assassino l’illusione che ci possa essere ancora purezza e amore nella sua vita.

Il film vanta le musiche di Claudio Simonetti (storico membro dei Goblin) e gli effetti speciali di Sergio Stivaletti.

 

LUIGI PASTORE

Dopo diverse esperienze nell’ambito dei videoclip musicali e dei cortometraggi, ha collaborato con varie emittenti televisive realizzando alcuni format sul cinema. Ha inoltre realizzato i backstage (non accreditato) dei film di Dario Argento, La sindrome di Stendhal e Il fantasma dell’Opera.
Dal 2002 è titolare della Lu.Pa. Film, produzioni televisive e cinematografiche indipendenti, da cui nasce il suo primo film Come una crisalide (2008), scritto assieme ad Antonio Tentori e grande omaggio al cinema di Dario Argento.
E’ l’ideatore e il direttore artistico dell’Italian Horror Fest. Nel 2014 realizza Violent Shit – The Movie, versione italiana della celebre saga ideata da Andreas Schnaas e Steve Aquilina, che gode di partecipazioni celebri tra cui gli stessi ideatori della saga originale (Andreas Schnaas e Steve Aquilina).


Ingresso libero

A CIAMBRA – Psicologia Film Festival

Cinema IX Psicologia Film Festival

Proiezione del film

A CIAMBRA (2017)

Regia di Jonas Carpignano

Il Film

Pio, 14 anni, vive nella piccolo comunità Rom denominata A Ciambra in Calabria. Beve, fuma ed è uno dei pochi che siano in relazione con tutte le realtà presenti in zona: gli italiani, gli africani e i suoi consanguinei Rom. Pio segue e ammira il fratello maggiore Cosimo e da lui apprende gli elementi basilari del furto. Quando Cosimo e il padre vengono arrestati tocca a Pio il ruolo del capofamiglia precoce che deve provvedere al sostentamento della numerosa famiglia.

Jonas Carpignano torna nei luoghi che avevano contrassegnato i suoi esordi e lo fa con la passione e la tenacia di chi conosce a fondo la materia che intende trattare. Se ne lascia attrarre conservando però sempre il controllo di un film che fonde una riflessione socio antropologica al desiderio di raccontare una fase di passaggio fondamentale per il suo protagonista. Nel suo sguardo si leggono domande esistenziali che la voce non sa esprimere. Dalla sua ritrosia e dai suoi imbarazzi emergono i segni di un’infanzia e di una preadolescenza che non hanno potuto essere tali a causa di una precoce immissione nel non facile mondo degli adulti. 

Osservato con uno sguardo lucido ed esterno, A Ciambra si presenta come un efficace e partecipe ritratto di un mondo che molti preferiscono non conoscere e disprezzare. Non è però possibile nascondere il dubbio che proprio a costoro, in un periodo particolarmente caldo nei confronti dell’immigrazione, offra occasione per un’ulteriore conferma dei propri assunti aprioristici e generalizzanti.


Ingresso libero

VITA NOVA – Psicologia Film Festival

Cinema IX Psicologia Film Festival

Proiezione del film

VITA NOVA (2016)

Regia di Danilo Monte e Laura D’Amore

Il Film

Laura e Danilo non riescono ad avere un figlio e decidono di intraprendere la strada della fecondazione assistita. Lui è un regista, lei è la sua produttrice e insegnante di Yoga e nei mesi che precedono il primo tentativo di PMA (Procreazione Medicale Assistita) sono spaesati e si rendono conto della complessità dell’esperienza che stanno per affrontare. Decidono allora di filmarsi per lasciare una traccia di quello che stanno vivendo, per elaborare e in futuro poter condividere, attraverso il cinema, questa esperienza intensa e inaspettata.

Qui inizia VITA NOVA, un film che parla del sogno di diventare genitori, del miracolo della vita come fatto assolutamente non scontato e della moderna condizione di coppia in cerca di un figlio. Laura e Danilo provano a capirne di più mettendosi in gioco in prima persona nella speranza che questo film possa diventare strumento di riflessione per loro e per chi lo vedrà.

È una non-storia d’amore tenera e disperata, piena di momenti divertenti e di lunghissime sezioni tragiche, ed è costruita in vignette separate da stacchi su nero come nei primi film di Haneke e con jump-cuts, con svariate telefonate che confermano il sospetto che tra i fili conduttori di questo Bellaria Film Festival, oltre al liscio e alla musica, vi sia la comunicazione dell’epoca del digitale, che sempre di più viene usata, mostrata, a volte in sottofondo, a volte come tema importante. Marito e moglie vanno al festival di Venezia, poi vanno in ospedale, stanno a casa, ballano Storia d’amore di Celentano, si danno un sacco di baci, si amano. E raccontano attraverso un cinema inteso come battaglia interna svariate cose: l’intimità, l’amore e soprattutto il dolore.

dibattito

Presenti i registi Danilo Monte e Laura D’Amore.
Aiuterà nel dibattito anche Alessandra Razzano psicologa-psicoterapeuta presso il centro di fisiopatologia della riproduzione e PMA del PO Sant’anna di Torino. Ha maturato esperienza nell’ambito dell’infertilità di coppia, della procreazione medicalmente assistita e della preservazione della fertilità.

 


Ingresso libero

organizzazione Associazione Sinestesia e Collettivo di Psicologia, con il patrocinio del Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino e Biblioteca di Psicologia F. Kiesow e in collaborazione con il Trento Film Festival

Psicologia Film Festival – Ingresso gratuito

Cinema IX Psicologia Film Festival

Proiezione del film

USCIRAI SANO SANUS EGREDIERIS

Regia di Barbara Rosanò e Valentina Pellegrino

Il Film

In un piccolo paese del Mezzogiorno nasce una grande struttura in grado di produrre, nell’arco di decenni, una rivoluzione nella cura in riferimento alla malattia mentale.
Qui i pazienti ritenuti idonei usufruiscono del sistema open door: possono uscire e vivere il paese, generando una contaminazione unica tra il mondo interno dell’ospedale e quello esterno della comunità. Un ambiente complesso dove convivono solidarietà, paura, amicizia e solitudine.

Attraverso gli occhi del protagonista Angelo, questo film documentario racconta i cento anni dell’OP di Girifalco, ripercorrendone la storia, i progressi scientifici ma soprattutto le tante vicende umane dei pazienti che lo hanno abitato con le loro speranze.

Perché dietro quella frase c’è una promessa da mantenere: Uscirai Sano.

Presentano le registe Barbara Rosanò e Valentina Pellegrino
Barbara Rosanò: ha studiato Comunicazione presso la Sapienza e lavorato in piccole produzioni pubblicitarie di Roma. Ritornata in Calabria dopo anni di lontananza, ha ricominciato a sognare di poter fare cinema, grazie all’associazione culturale Kinema, dal lei fondata. Uscirai Sano è il suo primo lavoro.
Valentina Pellegrino: Dopo aver completato gli studi in Scienze della Comunicazione a Roma ha iniziato il suo percorso nel mondo dell’audiovisivo e della televisione. Ha lavorato per La
Bastoggi docu&fiction, specializzandosi nel genere ‘docufiction’ collaborando con La7 e Rai. Dal 2014 al 2016 è autrice per diverse trasmissioni Rai, Sky e Mediaset. Oggi è autrice televisiva e collabora con RaiTre.


Ingresso libero

organizzazione Associazione Sinestesia e Collettivo di Psicologia, con il patrocinio del Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino e Biblioteca di Psicologia F. Kiesow e in collaborazione con il Trento Film Festival