Pro Event Calendar

DRAGNETICS – Festa Nazionale

Domenica 30 Gennaio alle ore 20:30

INGRESSO CONSIGLIATO ED APERTURA TEATRO ORE 20:00

Time Has Come! L’evento conclusivo di Ciao DragQueen è arrivato! Tutte le 11 Regine sono state catturate e saranno sottoposte all’esperimento finale del Doctor Macs che decreterà la migliore fra tutte! Nord-Ovest, Campania, Triveneto, Emilia-Romagna/Toscana, Sicilia una contro l’altra in uno spettacolo pieno di colpi di scena, ospiti e suspense ovviamente in pieno stile Ciao DragQueen! Ne rimarrà soltanto una! Chi sarà? Entra dentro il nostro matrix! Siete pronti a sostenere le nostre Regine?
La Terminazione ha inizio!

INGRESSO :

18€ Intero (in loco/cassa)

15€ Prevendita (sconto web)

10€ Ridotto ( fino ai 12 anni, over 60, disabili e residenti zona aurora)

Acquisto biglietti :
https://www.ciaodragqueen.com/general-8

Info-line evento con messaggi whatsapp : 3240730969

Leggermente con Teste di Medusa / Interno Corte di Francesco La Rocca

Francesco La Rocca
in dialogo con Teste di Medusa presenta Interno Corte, Gallucci Editore
illustrazioni di Moisi Guga
con un reading itinerante

5 Febbraio 2022 h 11
Biblioteca Civica Italo Calvino
Lungo Dora Agrigento 94, Torino
nell’ambito del progetto Leggermente
https://bit.ly/3FEG7Gz
in collaborazione con Cecchi Point e Portmanteau

Un palazzo di ringhiera, due scale principali, diciotto appartamenti e le storie degli inquilini che si snodano una dopo l’altra: Interno Corte è la storia di un’assemblea condominiale come non l’avete mai sentita prima.
L’autore Francesco La Rocca è nato e vive a Torino, in un cortile di quelli con i ballatoi lunghi e stretti. Scrive storie del quotidiano declinato al fantastico e questa è la sua prima pubblicazione: lo incontreremo alle 11 davanti alla Biblioteca Italo Calvino per partire insieme in un reading itinerante dove si cammina, si legge e si scopre il quartiere Valdocco. L’incontro si conclude con la presentazione all’interno della biblioteca.

Francesco La Rocca ha studiato Diritti Umani e lavora nel sociale. È autore del podcast Le Perifantaferie.

Leggermente Torino è un progetto di promozione della lettura promosso da Fondazione Cascina Roccafranca, dal Sistema Bibliotecario torinese, dalla Biblioteca Civica Villa Amoretti e dalla Libreria Gulliver.

Prenotazione necessaria ai contatti:
biblioteca.calvino@comune.torino.it
01101120740/41

Per accedere è necessario esibire il Green Pass e dotarsi di mascherina FFP2.

IN OCCASIONE… – Teatro del Fiasco

Venerdì 11 Febbraio alle ore 21:00

IN OCCASIONE… regia di Pierre Byland di e con Alessio Negro e Andrea Borgogno

Con la regia del grande maestro Pierre Byland, Alessio Negro e Andrea Borgogno, in arte Leo e Ostrovsky, affrontano e studiano i comportamenti dell’uomo qualunque alle prese con alcuni grandi temi della vita quotidiana e contemporanea. Il pubblico diventa così osservatore di se stesso, della propria attesa, di qualcuno che stiamo aspettando e per il quale siamo pronti a tutto. E non sempre la vita va come si spera, non sempre le cose vanno per il verso giusto. Nonostante ciò, anche di fronte alla catastrofe, l’essere umano rimane ottimista e cerca di trovare una via d’uscita, per sopravvivere. E il clown è testimone.

Alessio Negro, attualmente in scena con La Compagnia du Hanneton – James Thierrée, e Andrea Borgogno, già fondatore della compagnia del Ciabotto e del Teatro Novello, sono attori, clown e cascatori. Fondatori del Teatro del Fiasco, Alessio e Andrea sono allievi di Pierre Byland con cui da 10 anni realizzano workshop e spettacoli teatrali.

INGRESSO:

8 € Intero

5 € Ridotto (per tutti gli studenti delle scuole di teatro)

Info e prenotazioni: info@teatrodelfiasco.it

IMPORTANTE!
A seguito delle nuove disposizioni ministeriali per partecipare agli spettacoli è necessario presentare il Green Pass rafforzato valido (da vaccino o guarigione).

Mi sento Antirazzista, ma…

Venerdì 10 Dicembre alle ore 18:00

Ci sentiamo tutti antirazzisti, ma lo siamo davvero?
L’essere antirazzista è una conquista raggiunta o una pratica quotidiana?
Cosa significa essere antirazzista oggi, a Torino?

Il 10 dicembre ne discuteremo con:

Espérance Hakuzwimana: scrittrice
Mohamed Ba: attore, musicista, educatore
Suad Omar: attivista e attrice
Lamin Sow: sindacalista CGIL
Piemonte
Tarditi Cinesina: insegnante e attivista

Il dibattito sarà introdotto dalla pièce teatrale “Mi sento Antirazzista, ma…” sulle contraddizioni dell’antirazzismo che ci circonda.
Spettacolo a cura di InMenteItaca.

Regia di Ayoub Moussaid
Performance di:

Suad Omar
Hasti Naddafi
Luca Fancello

Apertura porte ore 18, inizio spettacolo ore 18.30.

Evento gratuito negli spazi del Cecchi Point. È necessario il green pass e la prenotazione al seguente link

Al termine dell’evento, è possibile cenare al Cecchi – Piola oltre frontiera.
Per info e prenotazioni: alcecchi@coopraggio.it – 01118998096 FB: Al Cecchi – Piola oltre frontiera

“Mi sento Antirazzista, ma…” è un evento organizzato da InMenteItaca, Rete 21 Marzo – Mano nella Mano contro il razzismo, Associazione Panafricando e Associazione Orizzonti in Libertà, con il contributo della Città di Torino e il patrocinio della 7° Circoscrizione. Nasce dalle riflessioni e discussioni che si sono svolte nei mesi scorsi all’interno del “Patto di Collaborazione per una Torino Antirazzista” promosso dal Comune di Torino che ha coinvolto più di 50 associazioni attive sul territorio nella lotta al razzismo e alle discriminazioni.


SHAKESPEARE IN LAUGH improvvisazione al Cecchi Point

Sabato 11 Dicembre alle ore 21:00

SHAKESPEARE IN LAUGH

l’opera inedita di William Shakespeare improvvisata
con Quinta Tinta

Roberto Garelli, Carmen Maimone, Ennio Passaro, Simona Guandalini e Daniela Lusso
musiche improvvisate dal maestro Enrico Messina
“Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori: essi hanno le loro uscite e le loro entrate; e una stessa persona, nella sua vita, rappresenta diverse parti.” William Shakespeare
dal progetto “L’inedito” di Improteatro realizzato con Alan Cox e Sean McCann, attori improvvisatori della Royal Shakespeare Company

INGRESSO:

10€ intero

8€ ridotto (under 18, over 65, studenti, allievi scuole di teatro e improvvisazione, soci Arci)

5€ ridotto (residenti Aurora e soci quinta tinta)

prenotazione tramite il link
per info: teatro@quintatinta.it

IMPORTANTE!
Per partecipare agli spettacoli è necessario presentare il Green Pass valido.

NON BUTTARTI GIU’ improvvisazione al Cecchi Point

Sabato 27 Novembre alle ore 21:00

NON BUTTARTI GIU’

Regia di Stefano Gorno
con Carmen Maimone, Daniela Lusso, Simona Guandalini, Ennio Passaro

Ispirato al libro di Nick Hornby, lo spettacolo inizia con l’incontro di un gruppo di persone che vogliono suicidarsi e si ritrovano per coincidenza sul tetto di un palazzo la notte di Capodanno.
Saranno gli spettatori a decidere i motivi che portano al suicidio i personaggi e le loro caratteristiche.
Le storie e le vite dei personaggi si svilupperanno grazie ai flashback e alle loro relazioni.

INGRESSO:

10€ intero

8€ ridotto (under 18, over 65, studenti, allievi scuole di teatro e improvvisazione, soci Arci)

5€ ridotto (residenti Aurora e soci quinta tinta)

Prenotazione tramite il seguente LINK

Per info: teatro@quintatinta.it

IMPORTANTE!
Per partecipare agli spettacoli è necessario presentare il Green Pass valido.

Convegno “Educarsi con la mediazione del mondo” – 20 anni di Cecchi Point

Il Cecchi festeggia 20 anni dall’apertura!

20 anni fa il Cecchi Point nasceva in Via Antonio Cecchi 17, e 10 anni fa rinnovava i suoi spazi per arrivare ad essere oggi la tua casa del quartiere

Dal 19 al 24 Ottobre vieni a trovarci per non perdere i tantissimi eventi in programma

Mercoledì 20 Ottobre alle ore 17:30

Siamo giovani educatori ed educatrici e da anni operiamo nella Casa del Quartiere Cecchi Point. Oltre ai progetti che svolgiamo all’interno
di questo Centro di Protagonismo Giovanile, collaboriamo con le scuole nell’ambito del progetto “Provaci Ancora, Sam!” che ci dà la possibilità di spenderci diverse ore ogni settimana nelle scuole del quartiere Aurora.

Il nostro lavoro crede fortemente nell’educazione non formale come modo relazionale educativo che permetta a tutte le persone di crescere e sperimentarsi solidalmente alla ricerca di sempre nuove possibilità. Entrati nella scuola, però, i nostri metodi hanno trovato un ambiente complicato per la germinazione delle nostre pratiche. Sistemi valutativi competitivi, spazi insufficienti e poco adatti, crescente impoverimento della figura docente, che da possibile pilastro socio-educativo di una collettività rischia di ridursi sempre più a ruolo protocollare di mera gestione di un qualsiasi ufficio della Pubblica Amministrazione.

La scuola pubblica, per sua stessa natura, è inevitabilmente vincolata a un tipo di educazione formale e questo
non ci ha colto di sorpresa. Quello però che ha interrogato molto il nostro impegno sia fuori sia dentro le scuole è come le due dimensioni possano realmente dialogare, fino a che punto, e dove la contaminazione risulterebbe fruttifera oppure sterile.

Questi anni di lavoro per noi sono stati, in questo senso, estremamente stimolanti e, tutt’oggi, ci spingono a rimanere fortemente attivi in entrambi i mondi per cogliere le potenzialità e criticità del loro avvicinarsi e respingersi.
Tuttavia, abbiamo anche maturato la consapevolezza che questa riflessione collettiva debba essere ampliata e condivisa il più possibile all’infuori delle equipe educative, per sconfinare presto, e in modo deciso, in luoghi nuovi di incontro, scambio e discussione che comprendano tutte le figure che, più di noi, vivono la scuola.

Questo convegno è pensato quindi come uno di questi luoghi, una prima, sperimentale tavola rotonda in cui convergere e confrontarsi.
Per farlo abbiamo pensato di suggerirci alcune domande-guida, alle quali vorremmo si aggiungessero, in avvicinamento alla data dell’incontro, letture o proposte multimediali di breve durata da condividere sull’evento facebook e i nostri canali.

1) Più spazi nella scuola, più scuola in ogni spazio: cosa vuol dire educarsi con la mediazione del mondo?
Cosa è essenziale che rimanga nelle scuole, cosa della scuola dovrebbe contaminarsi e scoprirsi nelle strade, nel mondo?

2) Si concilia la valutazione istituzionale di ogni rendimento scolastico con i percorsi di educazione non formale extra-scolastici?

3) La comunità educante del futuro: chi educherà in un futuro non molto lontano? Cosa vorrà dire essere insegnanti ed educatori? Quali differenze vogliamo rimangano, quali differenze vogliamo eliminare?

Importante! Prenotarsi al seguente form

Animazione per famiglie – 20 anni di Cecchi Point

Il Cecchi festeggia 20 anni dall’apertura!

20 anni fa il Cecchi Point nasceva in Via Antonio Cecchi 17, e 10 anni fa rinnovava i suoi spazi per arrivare ad essere oggi la tua casa del quartiere

Dal 19 al 24 Ottobre vieni a trovarci per non perdere i tantissimi eventi in programma

Martedì 19 Ottobre alle ore 17:30

Animazione circense a cura di Uci per bambinə e famiglie progetto e.state Empowerment educativo estivo

il momento più perfetto della sua vita Clarissa Dalloway e il desiderio

Giovedì 14 Ottobre alle ore 18:30

Incontro con gli autori
Il momento più perfetto della sua vita
Clarissa Dalloway e il desiderio

In collaborazione con la rassegna Donne in amore curata da Sara Scarafia.
Dialogo tra la traduttrice Anna Nadotti e lo scrittore Francesco Pacifico. Nadotti, ha curato la nuova traduzione di Mrs Dalloway per Einaudi. Pacifico, a Clarissa ha dedicato “Io e Clarissa Dalloway, nuova educazione sentimentale per ragazzi” (Marsilio), un saggio sorprendente su come Virginia Woolf sia anche una scrittrice per uomini.

Servizio LGBT – Proiezione “Venti Arcobaleno su Torino”

Martedì 14 Settembre ore 19:00 Proiezione del video “Venti Arcobaleno su Torino“, realizzato in occasione dei vent’anni dall’istituzione del Servizio LGBT della città di Torino

La serata sarà un’occasione di incontro tra le persone che in vari modi hanno conosciuto il Servizio LGBT, chi partecipando al movimento LGBT torinese, chi contribuendo alla nascita del Servizio LGBT o  lavorando insieme a noi 

Per partecipare all’evento è necessario prenotarsi inviando una email a:serviziolgbt@comune.torino.it Entro il 9 settembre Oppure dal 9 Settembre alla email:info@cecchipoint.it o al numero: 011 1971 4416

Sarà richiesto il Green Pass