Articoli

Spazio Agenzia Alimentare

Spazio Agenzia Alimentare

In linea con gli obiettivi e gli intenti dello spazio, è nato un progetto che ha preso piede nel quartiere e che coinvolge il Banco Alimentare del Piemonte e Il Gigante di via Cigna, ed è realizzato in collaborazione con i servizi sociali della circoscrizione 7.

Inaugurato nel 2013, riesce a mantenere l’attività grazie al lavoro di un gruppo di volontari. Lo Spazio Agenzia Alimentare Cecchi presso l’Hub, distribuisce, esclusivamente alle persone individuate dai servizi sociali del quartiere Sette (Aurora, Vanchiglia, Sassi, Madonna del Pilone), pacchi alimentari con alimenti di prima necessità tipo pasta, olio, riso, scatolame, caffè.

Questi ultimi vengono donati all’Agenzia dal Banco Alimentare, l’organizzazione che ha sede a Moncalieri e che raccoglie cibo in scadenza dalla grande distribuzione.

Il servizio alla cittadinanza, sempre in stretta collaborazione con i servizi sociali, è aperto ogni sabato dalle 16 alle 19, per distribuire alle famiglie bisognose che sentono di più la crisi e per raccogliere eventuali offerte da possibili donatori.

L’azione sul territorio

Con un gruppo di amici gestiamo all’interno del Cecchi Point uno spazio dove ci occupiamo di distribuire cibo alle persone bisognose per aiutarli a mettere insieme il pranzo con la cena che ci sono state segnalate dai servizi sociali della circoscrizione 7.

Ad oggi riusciamo a distribuire del cibo una volta al mese a circa 90 persone. Il cibo ci viene donato dal Banco Alimentare (a cui siamo accreditati) 1 volta ogni 2 mesi e 1 volta la settimana da “Il Gigante” di via Cigna il quale ci da il cibo in prossima scadenza (quando ne ha) e poi raccogliamo quello che ci viene donato da benefattori con varie iniziative: aperitivi e raccolta nelle aziende in cui lavoriamo.

Come puoi aiutarci

Se qualcuno volesse contribuire a questa iniziativa donandoci del cibo (prodotti di prima necessità a lunga scadenza) potrà consegnarcelo il sabato pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 19.00 oppure il giovedì sera dalle 18.30 alle 19.30.”

Racconta l’esperienza dell’agenzia alimentare Gioacchino Perri, uno dei responsabili dell’iniziativa.

Pro Event Calendar

Un Regalo per il Cecchi – festa per continuare a viverlo insieme

UN REGALO PER IL CECCHI

FESTA per continuare a viverlo insieme

CENA CONDIVISA & BALLO

“Arrivare ad un traguardo importante i 50 anni e decidere di organizzare una festa collettiva per la gente e con la gente del quartiere Aurora e della Città di Torino in generale con l’obiettivo di continuare a far vivere l’officina di sogni, arte e cultura che è il Cecchi Point: questo è il mio desiderio più grande.” Davide Paglia

Davide da 25 anni è impegnato nel sociale nel quartiere Aurora, da 20 anni è nell’Associazione il Campanile che da 16 anni è di casa al Cecchi Point.
Il Cecchi Point è la Casa di Quartiere di Aurora.
Sono tantissimi i ragazzi e le famiglie che in questi anni sono cresciuti, si sono formati e hanno partecipato alle attività culturali ed educative proposte: il Cecchi è musica, colori, creatività, è un luogo di incontro e socialità.
Per noi del Cecchi l’importante non è farvi conoscere i numeri ma parlarvi delle relazioni che sono state costruite, dei sogni che abbiamo vissuto e realizzato, degli errori che abbiamo commesso ma che ci hanno aiutato a crescere e a migliorare insieme.
Il desiderio di Davide, e di tutti quelli che condividono il suo sogno, è quello di far si che il Cecchi continui a vivere; crediamo che la cultura non debba essere identificata solo con i grandi musei ma anche con la valorizzazione di azioni e progetti che danno un ritorno concreto e costituiscono un valore aggiunto per il quartiere aurora, per i suoi ragazzi, per i giovani, per le famiglie, per i bambini.
E’ per questo che Davide vi invita tutti alla sua festa al Cecchi Point: una grande cena condivisa tutti insieme dove ognuno porterà qualcosa.
Acqua, vino, bibite, piatti, posate e bicchieri li mettiamo noi!
Sarà una grande festa con musica, balli, bevute e mangiate… e in quella serata potrete anche dare un sostegno concreto per sostenere il Cecchi, siamo convinti che tutti insieme con un contributo possiamo continuare a far vivere la cultura tra la gente e per la gente.

potete sostenere il Cecchi:
– tesserandovi direttamente nella serata
– facendo un’erogazione liberale
– sottoscrivendo il 5xmille all’associazione C.F. 97574250011

Mercoledì 19 aprile ore 20 tutti al Cecchi

Davide e tutti noi del Cecchi vi aspettiamo in via Cecchi 17 a Torino

FAI FESTA CON NOI E SOSTIENI IL CECCHI POINT!!!

FESTA DI MEZZA ESTATE Cena condivisa

FESTA DI MEZZA ESTATE

CENA CONDIVISA

festa finale del Cecchi Point

porta qualcosa da mangiare che vorresti condividere con i presenti… noi mettiamo i tavoli e tutto il resto…

un momento per stare insieme, condividere, partecipare, conoscere, chiacchierare…

un momento per fare festa con tutti quelli che vivono la Casa di Quartiere

una serata per salutarsi prima delle vacanze di agosto

 

VIENI A MANGIARE CON NOI!!!!

 

TERRA MADRE DAY Slow Food

Il Terra Madre Day di Slow Food Torino Città e Slow Food Colline Astigiane
RIFLETTORI PUNTATI SU OLIO DI PALMA E LATTE

CONVEGNO E LABORATORI SENSORIALI

Giovedì 10 dicembre, presso l’hub multiculturale Cecchi Point, i festeggiamenti del Terra Madre Day si focalizzano dalle ore 18 su due prodotti “critici” – l’olio di palma e il latte – attraverso un convegno e un percorso sensoriale grazie ai quali si potranno scoprire le differenze fra prodotti industriali e piccole produzioni rispettose dell’ambiente, del benessere animale, del lavoro dei contadini e degli allevatori.

L’olio di palma è tutto da buttare? Sì, se pensiamo al grasso principale presente fra gli ingredienti di molti prodotti industriali – biscotti, merendine, crackers, creme spalmabili… –, la cui diffusione è quasi triplicata negli ultimi anni per via del costo molto basso e delle proprietà chimiche (è molto versatile e non irrancidisce). Sì, se pensiamo che, insieme alla quantità prodotta, si è moltiplicata per tre la superficie dedicata alle palme da olio: milioni di ettari di foreste (in Indonesia e Malesia) sono state distrutte per far posto a monocolture intensive. Sì, se comprendiamo che, dopo aver devastato il pianeta, questo prodotto è pronto a compromettere la nostra salute (danneggiando le arterie coronarie e aumentando il colesterolo). Ma l’olio di palma non è tutto cattivo. Slow Food promuove infatti l’olio di palma selvatica della Guinea Bissau. Un prodotto completamente diverso, prodotto esclusivamente con frutti di palme selvatiche della tipologia “dura” e in perfetta armonia con l’ambiente, la tutela delle foreste e la cultura locale. Sia l’olio sia i frutti freschi della palma sono ingredienti fondamentali per la cucina tradizionale: possono accompagnare carne, pesce, verdure e riso, a seconda delle ricette.

E il latte è tutto uguale? Apparentemente sì o almeno così vuole farci credere chi lo commercializza a livello industriale. Il latte che acquistiamo e beviamo ogni giorno arriva da un’unica razza, la Frisona, selezionata dall’uomo per trasformarsi in una macchina capace di produrre anche 60 litri al giorno, ma costretta a vivere pochi anni, reclusa e alimentata in modo forzato. Nei grandi allevamenti da latte, le vacche mangiano insilati di mais (o di erba) e mangimi a base di soia, altri cereali e residui vegetali di lavorazioni industriali. Quasi mai pascolano liberamente, brucando l’erba fresca. Ma il gusto del latte e le sue caratteristiche nutritive dipendono da quel mangiano gli animali. Assaggia un latte prodotto da vacche che hanno pascolato in prati ricchi di erbe e fiori e osservane il colore: tende al giallo, e ha un gusto completamente diverso.

Relatori CONVEGNO:
Introduce – Cristiana Peano Dip. Scienze Agrarie Forestali e Alimentari – Università di Torino
Modera – Maurizio Menicucci Inviato speciale Rai del Tg scientifico Leonardo
Intervengono:
Luca Mercalli – Scuola di Studi Superiori Ferdinando Rossi– Università di Torino
Andrea Cavallero – Dip. Scienze Agrarie Forestali e Alimentari – Università di Torino
Giovanni Peira – Dip. Management Università di Torino
Claudia Masera – Produttrice di Latte Nobile della Cascina Roseleto –Villastellone (To)
Emanuele Dughera – Fondazione Slow Food Biodiversità
Anselme Bakudila – Centro Studi Slow Food Scienze Tecnologiche Agrarie-Università Cattolica di Piacenza

PROGRAMMA COMPLETO EVENTO

h 18:30 Premiazione concorso fotografico Nutrizione In Campo

h 19:00 Convegno “Olio di palma e Latte Nobile: Quando sono Buoni Puliti e Giusti”

h 20:15 Presentazione dei progetti della condotta Insalatina di Castagneto, Tomino di Saronsella, Acetificio Merlino

h 20.30 Percorso sensoriale 4 stazioni :
Caldo di Siga (Carne di vitello, riso, Olio di Palma selvatica Presidio Guinea-Bissau gombo, cipolla bionda piatlin’a di Andezeno, arachidi, alloro)
Tomini freschissimi : di latte vaccino a cagliata lattica e bicchiere di latte Nobile / a cagliata presamica / di Saronsella
Cardo Gobbo di Nizza Monferrato Presidio Slow Food di Azienda agricola Vittorio Quaglia
Insalatina di Castagneto Po con uova di Cascina Roseleto condita con Presidio Slow Food nazionale dell’olio extravergine di oliva e Aceto del Maestro Acetaio Merlino
Calice Barbera d’Asti, Cascina Lana

h 20.30 Buffet con i Produttori della Terra e i Maestri del Gusto
Bignè di semi e farina di canapa con zuppa di legumi e patate
Pasta fresca di Pastificio Virgilio
Patate di montagna al forno con rosmarino e accompagnate da crema di panna acida
Cestino di carne cruda di fassone battuta al coltello
Toma di capra da accompagnare con miele di alta montagna Presidio Slow Food e cugnà
La Mustardela delle valli valdesi Presidio Slow Food
Tomini Caprini con confettura di frutti di bosco
Gelato di latte Nobile al fior di latte variegato con confettura extra di antiche mele piemontesi
Pane etico di Farina nel Sacco
Vino Rosso San Martino uvaggio Chatus e Freisa, az. Vinicola Prever
Succo di vecchie varietà di mele piemontesi Presidio Slow Food e succo di pere
Caffe delle terre alte di Huehuetenango Presidio Slow Food

Cucinando su ruote Cascina Badin Agri Macelleria Tombolato Bermond Daniele Cascina Bonetto Il frutto permesso Cascina Roseleto Farina nel Sacco Az. Vinicola Cascina Lana Az. Vinicola Prever Az. agricola LFOUR Acetificio Merlino Azienda agricola Vittorio Quaglia Il Miele bio di Girba AgriCornaglia Associazione Parco Del Nobile Roberto Messineo
Il gruppo ARTE MIGRANTE è costituito da persone provenienti da diverse nazionalità e condizioni sociali. Promuove l’intercultura e l’inclusione sociale e contrasta l’indifferenza e il razzismo ancora molto diffusi nella nostra società. E’ un gruppo di studenti, lavoratori, senza dimora e migranti da diverse parti d’Italia e del mondo che si incontrano e realizzano spettacoli, per condividere attività artistiche, culturali e umane.
Il gruppo di Torino è nato grazie alla partecipazione di Prati-care Onlus e alla collaborazione del progetto “Giovani generazione intercultura” dell’Associazione Lvia.

CONVEGNO ingresso libero
PERCORSO SENSORIALE costo 12 euro soci Slow Food – 15 euro non soci
BUFFET offerta libera – richiesto tesseramento
Prenotazione obbligatoria scrivendo a: prenotazioni@slowfoodtorino.com