Articoli

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri

Pro Event Calendar

LONTANO BLU – teatro

Teatro

LONTANO BLU – SEMENTERIE ARTISTICHE

di Ignacio Gómez Bustamante
Con Manuela de Meo e Pietro Traldi
Produzione Banfield Teatro Ensamble e Sementerie Artistiche, in collaborazione con Teatro Presente.
Regia Ignacio Gómez Bustamante, Nelson Valente

LO SPETTACOLO

La nascita e la morte sono costanti ineludibili della nostra esistenza. Paradossalmente sono anche i due più grandi misteri. Non sappiamo niente del nostro concepimento né del momento della nostra nascita: le uniche informazioni che possiamo avere vengono dai racconti di altri, di chi era presente al momento del parto, ma dalla nostra memoria non possiamo aspettarci nulla… Allo stesso modo passiamo la vita chiedendoci come sarà la nostra morte senza mai poter dare una risposta. Lontano Blu, ambientato durante una prova teatrale, sviluppa questi temi attraverso diversi linguaggi espressivi, dal surreale al drammatico. Uno spazio dove il confine tra la scena e la realtà si mescola creando un’atmosfera poetica che attraversa l’ironia, il ricordo, la paura e la conciliazione


info e BIGLIETTI: – prenotazioni@cuboteatro.it – 3923756053

ALIENWEEN – INGRESSO LIBERO

Proiezione del film

ALIENWEEN (2015)

INGRESSO LIBERO

Il Film

Quattro trentenni legati da una passata amicizia si ritrovano a passare la notte di Halloween insieme. Nella vecchia casa della loro adolescenza faranno un festino a base di droga e prostitute.

La “riunione di famiglia”, arricchita dall’inaspettato arrivo delle fidanzate gelose, prenderà una piega inaspettata a causa di una misteriosa pioggia di comete.

Sotto assedio sia fuori che dentro la casa inizia una lotta per la sopravvivenza a tratti comica, a tratti tragica ma sempre disperata, tutti contro tutti in un’apocalisse il cui pericolo più letale sono i fantasmi del passato che i protagonisti portano dentro di loro.

“Il cinema horror splatter italiano è tornato, con effetti speciali artigianali che sembrano provenire dagli anni ’80 di Raimi, Carpenter, Yuzna, Ching Siu-tung e compagnia militante.
L’autarchico Sfascia, già regista di I REC U mette in scena un’apocalisse pop travolgente e demenziale, ricca di inaspettati momenti melodrammatici e toccanti” – Future Film Festival

 

Genere: Commedia Horror Fantascienza Melodramma


Ingresso libero

AMLETO FX – teatro

Teatro

AMLETO FX

uno spettacolo di e con Gabriele Paolocà
collaborazione alla regia Michele Altamura, Gemma Carbone
prodotto da Vico Quarto Mazzini, progetto Goldstein, Teatro dell’Orologio

Amleto Fx è un’indagine sulla moda del deprimersi dei nostri tempi.

Uno spettacolo che parla di castrazioni tecnologiche, della mancanza dei padri, dell’attrazione verso la dissoluzione e dell’eco assillante che tutto questo causa nelle nostre coscienze.
Questo non è l’Amleto. E’ un assolo generazionale.

Un racconto intimo e globale che attraverso il riso amaro vuole spingere a trovare una soluzione al solito sempre irrisolto quesito: Essere o non Essere?
Un uomo, un principe, che per comodità chiameremo Amleto, si è rinchiuso nella propria stanza e ha deciso di non uscirne più. Vuole farsi da parte e per farlo medita un gesto estremo, un gesto che lo liberi per sempre da tutto il marcio della Danimarca: il suicidio. Brandelli di storia ci aiutano a comprendere il perché del suo intento.

Sappiamo che c’è un padre, un re, morto e una madre, una regina, che non ha perso tempo e si è risposata col fratello del marito defunto e poi se n’è andata in barca a Forte dei Marmi.
Sappiamo che Orazio, il miglior amico di Amleto, ha organizzato una festa e che tutti andranno, compresa Ofelia.
Lo sappiamo perché il computer, l’unica “finestra” sul mondo che Amleto tiene ancora aperta, continua a vomitare messaggi.
Sappiamo che Amleto ne ha abbastanza di tutto e di tutti, anche di Rosencratz e Guildestern, due “ragazzi di vita” che della loro grezza incoscienza ne hanno fatto una religione.
Delle cause questo e poco altro sappiamo. L’importante sono le conseguenze, i propositi maniaco (essere)-depressivi (non essere) scaturiti da questi accadimenti e dalla masochistica solitudine che Amleto si è imposto per dire finalmente basta e farla finita.
Per trovare la forza Amleto invoca tutti i miti del suo (del nostro) tempo, tutti quei personaggi famosi che, in un modo o nell’altro, sono riusciti a porre fino all’assurdo gioco della vita.

*Selezione in box 2015 Premio Direction Under 30 – Teatro Sociale Gualtieri Gabriele Paolocà – Premio Hystrio alla Vocazione 2015


info e BIGLIETTI: – prenotazioni@cuboteatro.it – 3923756053

FESTIVAL DELLA CANZONE IMPROVVISATA

TORNA L’EVENTO CANORO DELLA STAGIONE!!!!!

note fuori controllo… cantanti mai sentiti… canzoni inedite!

FESTIVAL DELLA CANZONE IMPROVVISATA

con gli improvvisatori di Quinta Tinta
alle musiche il maestro Enrico Messina

Una serata musicale, di canto improvvisato, dove le canzone nasceranno grazie agli input del pubblico e alle musiche del grande maestro Messina.


INGRESSO 5€

per info e prenotazioni: 3383588315 – teatro@cecchipoint.it

DIVANO – TECS

Improvvisazione Teatrale

DIVANO

Compagnia DettoFatto

LO SPETTACOLO

Un gruppo di amici si ritrova a casa di uno di essi, e il divano prende subito vita attraverso le vicende dei protagonisti. La situazione è apparentemente di gioia ma dietro ognuno si covano sentimenti nascosti…

LA COMPAGNIA

I DettoFatto sono una compagnia di improvvisazione teatrale nata a Torino nel 2009 e costituitasi come Associazione Culturale nel 2010. Il gruppo ha l’obiettivo di approfondire la ricerca e l’evoluzione nel campo dell’Improvvisazione Teatrale. All’interno convivono esperienze eterogenee maturate in oltre dieci anni di attività, nell’ambito del teatro comico, della prosa e del cabaret. Nel corso degli anni la compagnia ha messo in scena diversi format di spettacolo e partecipato a numerose rassegne in ambito nazionale.

ultima data di TECS Rassegna amatoriale – Trame Emergenti & Colpo di Scena

organizzazione e direzione artistica Quinta Tinta


INGRESSO 5€

per info e prenotazioni: 3383588315 – teatro@cecchipoint.it

MAKAKO FEST

MAKAKO FEST

Finalmente un luogo dove potersi allenare liberamente e condividere le proprie pratiche, un luogo dove attori, danzatori, circensi, performer, maghi… Possono incontrarsi, provare e allenarsi in uno spazio condiviso.

Vogliamo festeggiare questa apertura con una MAKAKO FEST dove artisti di qualsiasi disciplina si esibiranno per e con voi!

ore 19.00 apertura con varietà nel cortile del Cecchi Point
dalle 21.00 in poi la festa continua dentro la palestra Makako con performance, musica, danza e aperitivo a sorpresa.

COME UNA CRISALIDE – INGRESSO LIBERO

Proiezione del film

COME UNA CRISALIDE

Con il regista Luigi Pastore – (2008, 80’) Thriller\Horror – INGRESSO LIBERO

Il Film

Durante una seduta analitica, una psicologa consiglia a un suo paziente il ricovero presso una clinica specialistica. Questa decisione scatena la follia latente del misterioso individuo. L’abbandono è la chiave del suo delirio, che lo porterà a uccidere ancora una volta, come era già accaduto in passato con il suo primo, perduto amore.
Così, dopo essersi sbarazzato del corpo dell’analista, decide di continuare da solo la “terapia”. Con l’aiuto di una piccola videocamera, registrerà i suoi stati d’animo in un allucinante crescendo.

“Come una crisalide” è la metafora che usa per descrivere la sua trasformazione, l’ultima metamorfosi della sua esistenza, che lo farà diventare uno spietato serial killer punitore. Le sue vittime, infatti, non sono scelte a caso; agisce secondo un crudele disegno che affonda le sue radici nel rifiuto della società e delle sue molteplici contraddizioni. Ma l’incontro casuale con Lisa, una ragazza che ama leggere poesie in solitudine, genera nell’assassino l’illusione che ci possa essere ancora purezza e amore nella sua vita.

Il film vanta le musiche di Claudio Simonetti (storico membro dei Goblin) e gli effetti speciali di Sergio Stivaletti.

 

LUIGI PASTORE

Dopo diverse esperienze nell’ambito dei videoclip musicali e dei cortometraggi, ha collaborato con varie emittenti televisive realizzando alcuni format sul cinema. Ha inoltre realizzato i backstage (non accreditato) dei film di Dario Argento, La sindrome di Stendhal e Il fantasma dell’Opera.
Dal 2002 è titolare della Lu.Pa. Film, produzioni televisive e cinematografiche indipendenti, da cui nasce il suo primo film Come una crisalide (2008), scritto assieme ad Antonio Tentori e grande omaggio al cinema di Dario Argento.
E’ l’ideatore e il direttore artistico dell’Italian Horror Fest. Nel 2014 realizza Violent Shit – The Movie, versione italiana della celebre saga ideata da Andreas Schnaas e Steve Aquilina, che gode di partecipazioni celebri tra cui gli stessi ideatori della saga originale (Andreas Schnaas e Steve Aquilina).


Ingresso libero

VANIA – il teatro di Cechov

Teatro

VANIA

Ideazione e regia Stefano Cordella
drammaturgia collettiva
con Francesca Gemma, Vanessa Korn, Umberto Terruso, Fabio Zulli
disegno luci Marcello Falco
costumi e realizzazione scene Stefania Corretti e Maria Barbara De Marco
organizzazione Valentina Brizzi
una produzione Compagnia Oyes

Vania racconta le paure, le frustrazioni e il senso di vuoto dei nostri tempi attraverso una drammaturgia originale costruita a partire dai temi e dai personaggi principali di “Zio Vanja”, uno dei capolavori di Anton Cechov.

“Tutti, finché siamo giovani, cinguettiamo come passeri sopra un mucchio di letame. A vent’anni possiamo tutto, ci buttiamo in qualsiasi impresa. E verso i trenta siamo già stanchi, è come dopo una sbornia. A quarant’anni poi siamo già vecchi e pensiamo alla morte. Ma che razza di eroi siamo? Io vorrei solo dire alla gente, in tutta onestà, guardate come vivete male, in che maniera noiosa. E se lo comprenderanno inventeranno sicuramente una vita diversa, una vita migliore, una vita che io non so immaginare”
Così scriveva Antonio Cechov in una delle sue lettere. Ed è proprio dalla stessa pervasiva sensazione di stagnamento ed immobilismo che è nata la necessità di questo lavoro.

Come la maggior parte dei trentenni anche noi ci ritroviamo in un limbo poco rassicurante e i non sentire il vuoto ci aggrappiamo al passato e guardiamo al futuro con poche speranze. Il rischio è quello di sopravvivere galleggiando nel “letame” di cui scrive Cechov.

E così abbiamo deciso di raccontare le paure, il senso di vuoto, la difficoltà di sognare dei nostri tempi, attraverso una drammaturgia originale costruita a partire dai temi e dai personaggi principali di “Zio Vanja”, uno dei capolavori dell’autore russo.

 


info e BIGLIETTI: – prenotazioni@cuboteatro.it – 3923756053

INVISIBILE – TECS

INVISIBILE

Compagnia IL PRIMOSECONDO

Tre personaggi si incontrano per caso in uno stesso luogo. In particolare attraverso flashback e flashforward scopriranno che le loro vite sono comunque collegate da connessioni INVISIBILI. Esse influenzeranno il loro passato, il loro presente e il loro futuro.

LA COMPAGNIA

La compagnia nasce nella primavera del 2016 nondimeno che  da un progetto della QFC FACTORY ed è composta da improvvisatori e attori provenienti da tutta Italia. Nel giugno 2016 la compagnia debutta al teatro LA GIOSTRA di Napoli in collaborazione con l’associazione Coffee Brecht. Inoltre nell’Ottobre 2016 la compagnia presenta il format presso L’ACCADEMIA56 di Ancona in collaborazione con l’associazione Teatro Terra di Nessuno e presso il teatro IL MULINO DI AMLETO di Rimini, in collaborazione con l’associazione AttiMatti di Rimini. Infine nel Gennaio 2018 vince il bando “Wip Director” organizzato dall’associazione nazionale IMPROTEATRO in occasione del raduno nazionale di improvvisazione teatrale “ActionWip2018”, con sede a Piombino, che perciò consente alla compagnia di lavorare con il docente Antonio Vulpio e di presentare lo spettacolo nella serata finale del raduno.


Costo biglietto 5€

per info e prenotazioni: 3383588315 – teatro@cecchipoint.it

QUARTO PIANO – TECS

QUARTO PIANO

Compagnia 05QUARTOATTO

Quarto Piano è una commedia in atto unico. E’ completamente improvvisata e giocata da cinque/sei attori in un imprevedibile appartamento posto al quarto piano di un condominio.
Il colore è quello della commedia brillante, giocata fra le relazioni dei personaggi, la comicità di situazione e i classici equivoci.
La storia prende vita da un semplice suggerimento estratto fra quelli compilati dal pubblico all’entrata a teatro. E’ il pubblico quindi a scegliere. Scegliere l’appartamento in cui si svolge la storia appartiene ad un uomo o ad una donna, se il proprietario vive solo, ha una relazione, clandestina o meno. E’ sempre il pubblico a indicare un oggetto, che conserva in cantina o magari sul comodino, attorno al quale ruoteranno la storia e le relazioni dei personaggi.

LA COMPAGNIA

L’associazione culturale 05QuartoAtto nasce nell’Agosto del 2011. Nasce per volontà di un gruppo di improvvisatori ravennati che già da dieci anni aveva sperimentato e fatto conoscere alla città l’improvvisazione teatrale con l’allora associazione Belleville di Bologna.

Dopo sei anni di attività, 05QuartoAtto conta ora circa 100 soci. Ha una Scuola di Improvvisazione strutturata su tre anni di corso, presente a Ravenna e Bagnacavallo/Lugo, una compagnia amatori ed una compagnia professionisti, nonché un gruppo docenti che tiene i corsi della Scuola e stages sul territorio nazionale.


Costo biglietto 5€

per info e prenotazioni: 3383588315 – teatro@cecchipoint.it