Cinema & Talk Eldorado

Piazza Cecchi 2019 l’estate al Cecchi Point

Crocevia di Sguardi e Videocommunity, in collaborazione con il Goethe-Institut Torino presentano

ELDORADO

di Markus Imhoof Svizzera, Germania 2018.
Durata: 92 minuti

Distribuito da Zalabfilm  http://www.zalab.org/projects/eldorado-markus-imhoof/

Introduce il film Pietro Cingolani, antropologo,  FIERI (Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione) e Università di Torino.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, la famiglia del regista svizzero Markus Imhoof accoglie Giovanna, una bimba milanese di 8 anni, beneficiaria di un progetto delle Croce Rossa Svizzera rivolto ai bambini vittime di guerra. La sua permanenza in Svizzera ha però un tempo limite e Giovanna viene rimandata in Italia, dove muore di stenti a soli 13 anni, poco dopo il suo rientro forzato.

Imhoof parte da questi dolorosi ricordi d’infanzia, per parlare dell’odierna crisi migratoria, il più grande esodo dalla seconda guerra mondiale ad oggi.

Attraverso le navi italiane dell’operazione Mare Nostrum, i campi dei lavoratori, le strutture d’accoglienza del sud Italia e la Svizzera odierna, emerge la fotografia di un processo tanto assurdo quanto inumano, che non riesce ad affrontare una tragedia più che umana: la crisi causata dagli squilibri economici e sociali che trasformano i paesi ricchi del Nord nell’Eldorado che i meno fortunati cercano di raggiungere a tutti i costi.

*In caso di pioggia la proiezione verrà spostata all’interno della Sala delle Arti al Cecchi Point


Ingresso libero

Info: info@cecchipoint.it

Serata Alberto Damilano

Piazza Cecchi 2019 l’estate al Cecchi Point

Serata Alberto Damilano

video documentario sullo scrittore

a seguire concerto Resistenza Creativa con il gruppo la

Stanza di Greta


Ingresso libero

Piazza Cecchi – l’estate alla Casa del Quartiere Cecchipoint HUB Multiculturale apre il Cortile agli eventi dal 5 giugno al 19 luglio
in caso di pioggia gli eventi saranno all’interno del Salone delle Arti

Cinema & Talk Bordermindproject#3

Piazza Cecchi 2019 l’estate al Cecchi Point

BORDERMINDPROJECT#3

Nuove Transizioni nei Territori Occupati Palestinesi

IL TEATRO NEI LUOGHI DI CONFLITTO

un documentario di Marco Monfredini e Matteo Silvan (Palestina, Italia 65’)
produzione Anticamera Teatro
in collaborazione con l’Apulia Film Commission

La proiezione sarà introdotta da un talk con il regista Marco Monfredini, Trust aka Riccardo Berretta, Matteo Silvan e Elisa Spagone, che affronteranno la tematica della gestione del conflitto attraverso l’atto creativo.
Dopo la proiezione ci sarà la possibilità di un confronto sui temi trattati dal film direttamente con il regista Marco Monfredini e il film maker Matteo Silvan.

SINOSSI
Il documentario restituisce sullo schermo l’esperienza teatrale della compagnia Anticamera Teatro che da diversi anni lavora nei Territori Occupati Palestinesi, portando il teatro nei campi profughi e nei centri culturali palestinesi tra i giovani e gli adulti.
Il film si concentra sulle possibilità. Ogni strada è un possibile cammino. Ogni cammino è uno sguardo che si perde all’orizzonte. Ogni forma d’arte è un tentativo di scoperta.
Come può l’occhio di una camera restituire la complessità delle esperienze e delle relazioni umane e artistiche che nascono da un lavoro teatrale? Come si può raccontare un Paese che sale alla ribalta della cronaca esclusivamente per i conflitti, da un punto di vista differente?
Il più ambizioso tentativo è stato ricercare l’invisibile agli occhi degli altri.

TEASER https://www.youtube.com/watch?v=88w5hvzXyHs

Il documentario racconta la terza parte di BORDERMINDPROJECT svoltasi a novembre 2015 nei Territori Occupati Palestinesi. Ai membri della compagnia, mentre si stavano recando in Palestina nel novembre del 2017 per la quarta parte del progetto teatrale, è stato negato l’ingresso all’aeroporto di Tel Aviv in Israele e sono stati arrestati e detenuti fino al successivo rimpatrio in Italia, e attualmente non possono recarsi in nessun modo in Palestina.


Ingresso libero

Info di tutto il progetto in Palestina
http://bordermindproject.wordpress.com
www.anticamera.com

SALONE OFF – da Pinocchio a Masterchef

SALONE OFF 

Da Pinocchio a Masterchef

reading di e con Antonio Pascale

un format di 50 minuti per orientarsi nel complesso mondo
un racconto basato su solo 5 foto a mo’ di punti cardinali

Come abbiamo fatto a passare dalla fame (pinocchio) all’abbondanza (masterchef), come la rivoluzione agricola ha cambiato il mondo (da tre miliardi a sette e in una sola generazione), come è cambiata la composizione del mondo (la formula attuale è 1.1.1.4, un miliardo nelle Americhe, 1 in Europa, 1 in Africa e 4 in Asia e scambierà nei prossimi anni in 1.1.2.5 due in Africa e 5 in Asia), quali problemi ha evidenziato (difficoltà a capire l’altro, ricerca spasmodica delle identità), quali ponti stiamo tentando di costruire (quelli reali e quelli culturali), quali strumenti tecnici e culturali abbiamo per migliorare, affinché perlomeno sia Masterchef per tutti e con meno disparità.

Argomenti trattati: rivoluzione agricola, sociologia, psicologia cognitiva, economia.

Antonio Pascale, nato a Napoli nel 1966, ha pubblicato La città distratta (Edizioni l’Ancora, 1999 ed Einaudi, 2001), ripubblicato, con l’aggiunta di nuovi capitoli, nel 2009 da Einaudi Stile libero con il titolo Ritorno alla città distrattaLa manutenzione degli affetti «L’Arcipelago Einaudi», 2003 e, accresciuto di tre racconti, «ET Scrittori», 2006); Passa la bellezza (Einaudi, 2005); Scienza e sentimento (Vele 2008); Tre terzi, con Diego De Silva e Valeria Parrella (Einaudi, 2009); Le attenuanti sentimentali (Einaudi, 2013) e Le aggravanti sentimentali (Einaudi, 2016). È fra gli autori di Scena padre (Einaudi 2013) e Figuracce (Einaudi Stile Libero 2014). Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati in «Lo Straniero» e «Nuovi Argomenti». Un suo racconto compare nell’antologia Disertori («Stile Libero»). Collabora con «Il Mattino», «Il Messaggero», il «Corriere della Sera» e «il Post». È stato l’«intellettuale di servizio» delle Invasioni barbariche di Daria Bignardi.


ingresso libero fino ad esaurimento posti

per info: salone del libro

In Viaggio – primi passi verso la riforma del terzo settore

IN VIAGGIO

Primi passi verso la riforma del Terzo Settore

Un incontro organizzato dalla Rete delle Case del Quartiere per confrontarci in merito ai primi adempimenti e le opportunità del nuovo codice del Terzo Settore.
Quali sono i primi passi e come prepararsi al nuovo corso tracciato dalla riforma, in attesa degli ulteriori decreti attuativi.

Conduce l’incontro Matteo Negrin.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

La Riforma del Terzo Settore rappresenta una fondamentale novità per le associazioni e gli altri enti no profit operanti Italia.

Si tratta di un testo di legge che riordina il no profit italiano e che è in vigore dal 2 agosto 2017 attraverso il DECRETO LEGISLATIVO 3 luglio 2017, n. 117 sul nuovo Codice del Terzo settore, a norma dell’articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106.

Con il Codice del Terzo Settore è stato introdotto il Registro Unico e la nuova figura degli Enti del Terzo Settore, insieme a tantissime novità per l’Impresa Sociale, per il 5X1000 e per i donatori.

Il percorso della Riforma è comunque oggi tutt’altro che concluso: devono infatti essere ancora approvati una serie di decreti ministeriali fondamentali per attuare pienamente le previsioni della Riforma.

Vuoi prepararti all’incontro del 2 Maggio al Hub Cecchi Point
Scopri tutte le novità consultando la “Guida alla Riforma del Terzo Settore” di Italia non profit.
https://italianonprofit.it/riforma/

Matteo Negrin è direttore della Fondazione Piemonte dal Vivo e presidente dell’Agenzia Sviluppo San Salvario onlus. Dal 2017 è membro del board scientifico e organizzativo del progetto della Regione PiemonteHangar Piemonte “Hangar_Re-inventare il Futuro” e per gli Stati Generali della Cultura in Piemonte conduce un ciclo di otto incontri dal titolo “Impresa Culturale: gli attrezzi del mestiere”.

Biennale Democrazia Maratona Cinematografica

Biennale Democrazia – Da Vedere
Evento aperto a tutti

Paura, sogni, visioni. Una maratona cinematografica

ideato e realizzato da Aiace Torino

ore 20.30

Il posto delle fragole
di Ingmar Bergman, 1957, 91’

ore 22.30

Fantômas, primo episodio
di Luis Feuillade, 1913, 58’, sonorizzazione dal vivo a cura dei Supershock

ore 23.30

Waking Life
di Richard Linklater, 2001, 97’

Una maratona cinematografica lungo il filo della notte, passando attraverso generi e linguaggi differenti.
Paura, sogni e visioni nell’occhio della macchina da presa, con una sonorizzazione dal vivo di un grande classico del cinema horror affidata a una rock band torinese capace di ricercate sperimentazioni nella fusione tra musica e immagini.

info: www.biennaledemocrazia.it

Biennale Democrazia Dei ragazzi Reportage

Biennale Democrazia – Dei ragazzi
Evento aperto a tutti

I reportage dei giovani di Biennale Democrazia

coordinano Giada Giustetto
e Leonard Mazzone

Cento classi delle scuole superiori di Torino e della provincia di Cuneo illuminano, con i riflettori dei loro video-reportage, quei fenomeni sociali condannati a restare in ombra a causa dell’immenso e disordinato flusso di informazioni che ci investe prepotentemente e costantemente.
I ragazzi in sala ci orientano introducendo i lavori migliori, la cui proiezione diventa il punto di arrivo di una formazione che ha mosso i suoi passi lungo quattro sentieri tematici: Mostri, Radici, Reality, Scarti.

info: www.biennaledemocrazia.it

Biennale Democrazia Dibattito Comunità del futuro

Biennale Democrazia – Dibattito
Evento aperto a tutti

Nuovi immaginari per le comunità del futuro

Nicola Capone, Linda Di Pietro, Renato Quaglia, Marco Zappalorto

coordina Simona De Giorgio
a cura di Nesta Italia

La nostra società si trova ad affrontare sfide sociali, economiche e ambientali del tutto inedite.
Carenza di servizi, flussi migratori e inquinamento sono alcune delle emergenze alle quali le comunità possono far fronte grazie alla capacità di auto-organizzarsi costruendo pratiche di innovazione su misura, in grado di evolvere e adattarsi alle specificità locali.
Come far tesoro delle informazioni raccolte e delle esperienze maturate per attivare processi di apprendimento e di scambio tra città, soggetti della società civile e istituzioni?

info: www.biennaledemocrazia.it

Biennale Democrazia Hello Aurora

Biennale Democrazia – Da Vedere
Evento aperto a tutti

Hello Aurora. Un itinerario alla scoperta del quartiere

realizzato da hello future

Alla scoperta del quartiere Aurora e della sua street art con un tour non convenzionale attraverso una guida interattiva realizzata dagli studenti dell’Istituto Superiore Casale: il risultato del progetto di alternanza scuola lavoro Hello Future, in cui i ragazzi hanno sperimentato il design thinking per valorizzare il quartiere. L’esperienza e la guida sono l’esito di una selezione tra gli undici prototipi creati dagli studenti.

info: www.biennaledemocrazia.it

Biennale Democrazia Dialoghi sulle periferie

Biennale Democrazia – Dialoghi
Evento aperto a tutti

Periferie e spazi pubblici tra conflitti e rigenerazione

Sergio Durando ed Elena Ostanel

coordina Bernardo Basilici Menini

a cura di Arteria Onlus

Riqualificazione contro il degrado, conflitti e richiesta di sicurezza, organizzazione autonoma dei cittadini e presidio sociale.
Gli spazi pubblici delle periferie urbane sono teatro di fenomeni che marcano il territorio e che coinvolgono e a volte contrappongono le diverse comunità che lo abitano.
Quali movimenti stanno emergendo?
Quali strategie si stanno sperimentando?
Quale ruolo spetta ai diversi attori del territorio?
Il caso del quartiere Aurora di Torino.

info: www.biennaledemocrazia.it