Cinema Glocal Day

Glocal Day

proiezione del corto vincitore Torino Factory 2018

Tempo critico di Gabriele Pappalardo (Italia‘18, 19′)

a seguire

Armonia di Giovanni Mauriello (Italia ‘18, 20′)

The Song di Tommaso Valli, Andrea Cassinari, Virginia Carollo (Italia‘19, 3′)

Dancing Paradiso di Max Chicco (Italia’18, 36′) con il regista

a cura di Piemonte Movie e Videocommunity


Ingresso libero

Info: info@cecchipoint.it

Dogtooth – Psicologia Film Festival

Psicologia Film Festival

Proiezione del film

Dogtooth (Kynodontas)

di Yorgos Lanthimos

Il film offre un affresco alienante e originale sulla famiglia disfunzionale e su come l’educazione e le nozioni che ci vengono imposte durante la crescita possano stravolgere la nostra percezione delle cose.
Un padre, una madre e i loro tre figli vivono in una casa in aperta campagna circondata da un alto muro che i bambini non hanno mai oltrepassato. Sono stati cresciuti ed educati secondo il volere dei loro genitori senza alcuna influenza dal mondo esterno. La sola persona ad avere accesso alla casa Christina, agente di sicurezza nell’azienda del padre che fa in modo che la ragazza venga in casa per soddisfare i bisogni sessuali del figlio.

Vi aspettiamo!

Per info: Psicologia Film Festival

Ingresso libero

Cinema & Talk Eldorado

Piazza Cecchi 2019 l’estate al Cecchi Point

Crocevia di Sguardi e Videocommunity, in collaborazione con il Goethe-Institut Torino presentano

ELDORADO

di Markus Imhoof Svizzera, Germania 2018.
Durata: 92 minuti

Distribuito da Zalabfilm  http://www.zalab.org/projects/eldorado-markus-imhoof/

Introduce il film Pietro Cingolani, antropologo,  FIERI (Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione) e Università di Torino.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, la famiglia del regista svizzero Markus Imhoof accoglie Giovanna, una bimba milanese di 8 anni, beneficiaria di un progetto delle Croce Rossa Svizzera rivolto ai bambini vittime di guerra. La sua permanenza in Svizzera ha però un tempo limite e Giovanna viene rimandata in Italia, dove muore di stenti a soli 13 anni, poco dopo il suo rientro forzato.

Imhoof parte da questi dolorosi ricordi d’infanzia, per parlare dell’odierna crisi migratoria, il più grande esodo dalla seconda guerra mondiale ad oggi.

Attraverso le navi italiane dell’operazione Mare Nostrum, i campi dei lavoratori, le strutture d’accoglienza del sud Italia e la Svizzera odierna, emerge la fotografia di un processo tanto assurdo quanto inumano, che non riesce ad affrontare una tragedia più che umana: la crisi causata dagli squilibri economici e sociali che trasformano i paesi ricchi del Nord nell’Eldorado che i meno fortunati cercano di raggiungere a tutti i costi.

*In caso di pioggia la proiezione verrà spostata all’interno della Sala delle Arti al Cecchi Point


Ingresso libero

Info: info@cecchipoint.it

Cinema & Talk Bordermindproject#3

Piazza Cecchi 2019 l’estate al Cecchi Point

BORDERMINDPROJECT#3

Nuove Transizioni nei Territori Occupati Palestinesi

IL TEATRO NEI LUOGHI DI CONFLITTO

un documentario di Marco Monfredini e Matteo Silvan (Palestina, Italia 65’)
produzione Anticamera Teatro
in collaborazione con l’Apulia Film Commission

La proiezione sarà introdotta da un talk con il regista Marco Monfredini, Trust aka Riccardo Berretta, Matteo Silvan e Elisa Spagone, che affronteranno la tematica della gestione del conflitto attraverso l’atto creativo.
Dopo la proiezione ci sarà la possibilità di un confronto sui temi trattati dal film direttamente con il regista Marco Monfredini e il film maker Matteo Silvan.

SINOSSI
Il documentario restituisce sullo schermo l’esperienza teatrale della compagnia Anticamera Teatro che da diversi anni lavora nei Territori Occupati Palestinesi, portando il teatro nei campi profughi e nei centri culturali palestinesi tra i giovani e gli adulti.
Il film si concentra sulle possibilità. Ogni strada è un possibile cammino. Ogni cammino è uno sguardo che si perde all’orizzonte. Ogni forma d’arte è un tentativo di scoperta.
Come può l’occhio di una camera restituire la complessità delle esperienze e delle relazioni umane e artistiche che nascono da un lavoro teatrale? Come si può raccontare un Paese che sale alla ribalta della cronaca esclusivamente per i conflitti, da un punto di vista differente?
Il più ambizioso tentativo è stato ricercare l’invisibile agli occhi degli altri.

TEASER https://www.youtube.com/watch?v=88w5hvzXyHs

Il documentario racconta la terza parte di BORDERMINDPROJECT svoltasi a novembre 2015 nei Territori Occupati Palestinesi. Ai membri della compagnia, mentre si stavano recando in Palestina nel novembre del 2017 per la quarta parte del progetto teatrale, è stato negato l’ingresso all’aeroporto di Tel Aviv in Israele e sono stati arrestati e detenuti fino al successivo rimpatrio in Italia, e attualmente non possono recarsi in nessun modo in Palestina.


Ingresso libero

Info di tutto il progetto in Palestina
http://bordermindproject.wordpress.com
www.anticamera.com

CINEMA Torino Factory

Riparte il Torino Factory 2019

proiezioni al Cecchi Point

Tempo critico

di Gabriele Pappalardo corto vincitore ed. 2018

Armonia

di Giovanni Mauriello girato in Circoscrizione 7

presentazione 8 corti da 3′ della selezione 2019

in collaborazione con Piemonte Movie

Il programma completo in giro per Torino:
9 Aprile | ore 18.00 | Bibliomediateca Mario Gromo
Tempo critico di Gabriele Pappalardo | Hurt di Stefano Guerri | Gli 8 teaser finalisti del contest Torino Factory 2019

10 Aprile | ore 21.00 | Bagni Pubblici Via Agliè
Tempo critico di Gabriele Pappalardo | La fine del giorno di Federico Bissacco | Gli 8 teaser finalisti del contest Torino Factory 2019

12 Aprile | ore 20.30 | Casa del Quartiere Vallette Officine CAOS
Tempo critico di Gabriele Pappalardo | Gli 8 teaser finalisti del contest Torino Factory 2019

14 Aprile | ore 20.30 | Casa del Quartiere San Salvario
Tempo critico di Gabriele Pappalardo | The young prof di Lorenzo Gaglianò | Gli 8 teaser finalisti del contest Torino Factory

18 Aprile | ore 21.00 | Cascina Roccafranca
Tempo critico di Gabriele Pappalardo | Eris di Niccolò Buttigliero | Gli 8 teaser finalisti del contest Torino Factory 2019

19 Aprile | ore 19.30 | Spazio 4
Tempo critico di Gabriele Pappalardo | Play di Anna Bossi | Gli 8 teaser finalisti del contest Torino Factory 2019

3 Maggio | ore 10.30 | Superstore Coop
Torino Factory 2018: assegnazione del Premio del pubblico Novacoop e proiezione del vincitore.
Torino Factory 2019: proiezione 8 teaser finalisti del contest, presentazione delle troupe e dei tutor
Torino Factory 2020: Apertura del bando.


Ingresso libero

Info: info@cecchipoint.it

CINEMA Rwanda il paese delle donne

RWANDA il paese delle donne

proiezione del film documentario nell’ambito del progetto europeo “Frame, Voice, Report!”

in collaborazione con associazione AlmaTerra

Conoscere la sua storia per capire il presente
L’obiettivo principale del progetto “Rwanda. Il Paese delle donne” è quello di porre l’attenzione di tutti e in particolare dei giovani, sulla storia del Rwanda, attraverso incontri in cui interverranno testimoni e esperti.
Verrà ripercorso il genocidio dei Tutsi nel 1994: circa 1.000.000 persone, il più grave genocidio dopo la fine della seconda guerra mondiale.
Le sue cause e le sue colpe, gli stupri e le violenze subiti dalle donne ruandesi (calcolati dall’ONU tra le 250.000 e 500.000) e il ruolo cruciale delle donne stesse nel preservare e nel ricostruire, attraverso il rafforzamento del loro empowerment, i valori di non violenza, uguaglianza, pace e dignità.
Verrà raccontato quanto hanno fatto le donne dopo il genocidio per i diritti, la riconciliazione e la pace, fino ad arrivare a importanti forme di emancipazione occupazionale, culturale e politica (sono il 64% dei parlamentari, un primato mondiale).
Verranno affrontate le contraddizioni tuttora esistenti, soprattutto nelle zone rurali, di discriminazione e di violenze domestiche contro le donne, e di marginalizzazione delle donne vittime di stupri di guerra e dei loro “figli dell’odio”.
L’interconnessione tra la storia del Rwanda e il ruolo dell’Occidente è affrontata in varie pubblicazioni che verranno illustrate nel corso delle proiezioni e dibattiti, e che documentano il ruolo del colonialismo belga, dell’interventismo francese e dei gravi limiti e ritardi dell’Onu e dei Caschi blu, che di fatto permisero il genocidio di un milione di persone, tutsi ma anche hutu, la fuga di due milioni di ruandesi, il saccheggio e la distruzione di case e infrastrutture

 


Ingresso Libero

Per info: info@cecchipoint.it

Biennale Democrazia Maratona Cinematografica

Biennale Democrazia – Da Vedere
Evento aperto a tutti

Paura, sogni, visioni. Una maratona cinematografica

ideato e realizzato da Aiace Torino

ore 20.30

Il posto delle fragole
di Ingmar Bergman, 1957, 91’

ore 22.30

Fantômas, primo episodio
di Luis Feuillade, 1913, 58’, sonorizzazione dal vivo a cura dei Supershock

ore 23.30

Waking Life
di Richard Linklater, 2001, 97’

Una maratona cinematografica lungo il filo della notte, passando attraverso generi e linguaggi differenti.
Paura, sogni e visioni nell’occhio della macchina da presa, con una sonorizzazione dal vivo di un grande classico del cinema horror affidata a una rock band torinese capace di ricercate sperimentazioni nella fusione tra musica e immagini.

info: www.biennaledemocrazia.it

CINEMA Scaduti! rassegna a sorpresa

SCADUTI! rassegna a sorpresa

Proiezione di un film a sorpresa

la nuova rassegna di cinema organizzata da Videocommunity vi sorprenderà ogni mese con un nuovo titolo a sorpresa che verrà proiettato nel Salone delle Arti della Casa del Quartiere Cecchi Point

ad inizio serata verranno proposti alcuni titoli di film e il pubblico voterà quale vedere quella sera

fino a quel momento non si sapranno i titoli proposti….. per non rovinare la sorpresa!!!


Ingresso Libero

Per info: info@cecchipoint.it

CINEMA Scaduti! rassegna a sorpresa

SCADUTI! rassegna a sorpresa

Proiezione di un film a sorpresa

 

la nuova rassegna di cinema organizzata da Videocommunity vi sorprenderà ogni mese con un nuovo titolo a sorpresa che verrà proiettato nel Salone delle Arti della Casa del Quartiere Cecchi Point

ad inizio serata verranno proposti alcuni titoli di film e il pubblico voterà quale vedere quella sera

fino a quel momento non si sapranno i titoli proposti….. per non rovinare la sorpresa!!!


Ingresso Libero

Per info: info@cecchipoint.it

Quit staring at my plate – Psicologia Film Festival

Cinema X Psicologia Film Festival

Proiezione del film

QUIT STARING AT MY PLATE

di Hana Jusic [2016]

Presenta Roberto Gardenghi

Psicologia Film Festival nasce nell’autunno 2009, grazie alla collaborazione fra alcuni ragazzi del Collettivo e parte del personale della Biblioteca Federico Kiesow. L’intento del Psicologia Film Festival è duplice: da una parte stimolare un confronto sui temi affini alla psicologia, la filosofia, la sociologia e tutto ciò che riguarda la mente, dall’altra proporre film di valore cinematografico, ma poco diffusi fra il pubblico italiano.

Le proiezioni sono accompagnate da una presentazione e da un dibattito condotti da un docente, un esperto del tema. L’obbiettivo più generale è di creare un circuito di diffusione cinematografica alternativa. Nuovi luoghi d’incontro e di promozione culturale. La rassegna ha infine iniziato a dare negli ultimi due anni visibilità a giovani laureati e professionisti, che sono stati invitati a partecipare alla programmazione del festival, oltre che alla presentazione di alcuni titoli.

IL FILM

La vita di Marijana ruota intorno alla sua famiglia, che lo voglia o no. Vivono stipati in un piccolo appartamento e rischiano di impazzire. Un giorno, un ictus riduce il padre in un vegetale, costringendo la figlia a farsi carico della famiglia: una madre onnipresente e un fratello portatore di Handicap. Per poter aiutare la famiglia, Marijana fa due lavori, cercando ogni tanto dei rapporti erotici con estranei per poter assaporare il gusto della libertà.
Ma cosa fare di se stessa, una volta assaggiata la nuova condizione?

Per info: Psicologia Film Festival

Ingresso libero