In-Traduzione

More

23 Febbraio 2019 21:00

In-Traduzione

Il nuovo spettacolo della compagnia amatoriale Compagnia di Palazzo di YEPP Porta Palazzo

Regia di Matteo Allasia

Con: Nadia Cretier, Claudio Errico, Serena Miceli, Michele Porcelluzzi, Alberto Vendittelli

COMPAGNIA DI PALAZZO

I giovani attori portano in scena i ricordi dei migranti di ieri, danno voce a storie che richiamano quelle dei migranti di oggi.

Ruggero, Elda, Raimondo, Carmela e Speranzo sono cinque viaggiatori che, in partenza da diverse regioni d’Italia tra gli anni ’40 e gli anni ’90, salgono su un treno solo andata per Torino.  I motivi che li spingono a partire e a lasciare la terra natìa sono sempre gli stessi: lavoro, guerra, amore, speranza di un avvenire migliore per sé e per la propria famiglia, anche e soprattutto quella futura. I protagonisti di questo viaggio sono realmente esistiti: sono alcuni dei parenti degli attori e delle attrici della Compagnia di Palazzo.

“Lo spettacolo ha richiesto un intenso e lungo lavoro – spiega l’attrice Serena Miceli – sia perché il passato non è sempre semplice da rievocare e da ascoltare sia perché gli scenari, le emozioni e le parole dei vecchi racconti sono molto simili, spesso in maniera disarmante, a quelli a cui assistiamo oggi, a cui assisteremo domani.”

Dopo il debutto nel 2018 con Multispettacolo, In-traduzione è la seconda performance teatrale interamente pensata e creata dai ragazzi e dalle ragazze della Compagnia di Palazzo, un gruppo di attori e attrici amatoriali nato all’interno del progetto YEPP Porta Palazzo della Compagnia di San Paolo.

I giovani hanno tutti meno di 30 anni e da più di 3 anni lavorano sul territorio di Porta Palazzo. Grazie al progetto YEPP Porta Palazzo, la Compagnia ha la possibilità di creare e mettere in scena spettacoli pensati in ogni dettaglio, intraprendendo così un percorso di crescita sia attoriale che personale.

Ingresso a offerta libera

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *