SERIEFORUM Tracklist

More

27 Aprile 2016

Salone delle Arti

Maratona Serieforum

presentazione della terza stagione di

TRACKLIST

di Luca Gaddini

TRACKLIST è la webserie comedy tutta italiana che racconta della strampalata vita di Tomaso, alla ricerca della propria strada tra università, amore e incontri sconvolgenti. Dovrà però fare i conti con amici inconsueti e nemici improbabili. Follia, risate, allucinazioni e romanticismo sono gli ingredienti di questa serie.

Saranno presenti l’autore Luca Gaddini e tutto il cast!

Scritta e girata da un gruppo di giovani videomaker, segue la vita di un ragazzo che si trasferisce per frequentare l’università di Torino. Il regista Luca Gaddini a Newsbiella: “Arrivati alla terza e ultima stagione, come da programma. E’ stato un bel viaggio in un limbo che serve a capire cosa si vuol fare nella vita”

Sulla pagina Facebook ufficiale (Tracklist The Series) una presentazione che incuriosisce: “La tipica vita di un universitario a Torino, tra sesso, crimine e professori tiranni. Scopri la più grande trilogia sul cazzeggio mai realizzata!”. Se a questo si aggiunge che molti dei protagonisti sono biellesi, la “trilogia del cazzeggio” diventa una serie da non perdere. Serve a ridere, s’intende, ma anche a riflettere. Torino è lo sfondo delle avventure di Tomaso, studente che parte verso il capoluogo piemontese trovandosi coinvolto in vicende divertenti e surreali. La vita studentesca è tutta un programma, tra stereotipi tipici biellesi, docenti vulcanici, coinquilini strani e molesti. Sullo sfondo una storia d’amore e una trama che avrà una fine già decisa: la terza serie, partita il 2 febbraio scorso sul canale ufficiale di YouTube.
Il progetto è nato dalle menti di tre giovani biellesi: Luca Gaddini, Tomaso Sartori e Federico Calliano, studenti che hanno dato vita ad un prodotto nuovo, con immagini ad alta definizione e senza alcun finanziamento alle spalle. Una produzione, con montaggio e riprese fai da te, che ha coinvolto amici e conoscenti.
Il regista, Luca Gaddini, confida a Newsbiella come è nato il progetto che ha seguito la scia delle webseries americane, le prime a nascere in rete. In un mondo totalmente aperto alla fantasia e alla voglia di fare, di provarci. “Dopo la laurea al Dams di Torino sono partito per un viaggio tra Inghilterra e Olanda. Era il 2011 e nel Regno Unito ho scoperto il mondo delle serie statunitensi, un’idea che non era ancora arrivata da noi. Poi, nei Paesi Bassi, mi sono trovato di fronte al mondo Erasmus, dove ho conosciuto tanti italiani e altri biellesi. Così ho voluto, insieme a due amici, avviare una serie con una tematica universitaria italiana. Si tratta – spiega – di una falsa storia in cui ci siamo inventati un contorno verosimile. Per chi ha frequentato l’Università di Torino è possibile riconoscere tante cose: da Palazzo Nuovo, alle serate nei locali, a luoghi conosciuti dagli studenti. La vita fuori sede è una scoperta, puntata dopo puntata. I primi episodi sono stati girati in maniera molto amatoriale, dalla seconda serie abbiamo migliorato e sviluppato contenuti distribuiti poi sul web. I riscontri? Positivi, anche perchè tra di noi c’è chi vuole fare questo lavoro, essere un bravo attore o attrice. Hanno capito che si tratta di un’opportunità unica per fare esperienza e se ci si diverte a farlo, il prodotto non può che essere buono”.


Ingresso libero fino a esaurimento posti

Proiezione realizzata in collaborazione con l’Associazione Museo Nazionale del Cinema e di Videocommunity.
Info: robertadimattia@hotmail.it
Pagina Facebook Roberta Serieforum Di Mattia: https://www.facebook.com/serieforum.serieforum?fref=ts

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *