PIEMONTE DAL VIVO La Fine del Titanic

More

1 Dicembre 2017 21:00

CORTOCIRCUITO PIEMONTE DAL VIVO

EVENTO UNICO!

LA FINE DEL TITANIC

liberamente tratto da Hans Magnus Enzensberger
partitura per attore solo, due danzatori e un musicista
elaborato e diretto da Marco Alotto
coreografie di Maria Cristina Fontanelle
con Marco Alotto, Marco Bosetti, Francesco Gargiulo, Chiara Talarico

L’iceberg ci si fa incontro inesorabilmente.
Vedi, eccolo distaccarsi dal fronte dei ghiacciai, dai piedi dei ghiacciai.
Sì, è bianco, si muove

Ci fu un episodio che dai contemporanei venne sentito come una prova generale della fine del mondo in atto unico: il naufragio del Titanic la mattina del 13 maggio 1912 per la collisione con un iceberg.
La nave era allora, il non plus ultra della tecnica, e a bordo c’erano molti milionari autentici.
Fu la fine della belle époque.
Quel che venne dopo non fu la fine del mondo, ma la prima rata, la Prima guerra mondiale.
Enzensberger, analizza La fine del Titanic nel quadro della sua analisi negativa del progresso nella vita degli uomini, nei loro ritrovati e nello loro teorie.
All’Avana, in mezzo a un miscuglio di razze vocianti e speranzose, il poeta vede apparire l’iceberg orrendamente alto e freddo come una fredda Fata Morgana avanzare lento inesorabile bianco, su di me…
E’ l’iceberg che ha urtato il Titanic, ma è anche l’inverosimile apparizione della poesia, la compenetrazione dei mari, la massa di ghiaccio che resiste alle temperature dei Caraibi, la catastrofe che incombe nel bel mezzo della baraonda esotica.

Un attore e due danzatori scendono in apnea nelle profondità degli abissi marini alla ricerca di rottami, frammenti di frasi, versi esplosi, salvagenti, vorticosi souvenirs.


Ingresso unico: 5€

per info e prenotazioni: 3383588315 – teatro@cecchipoint.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *