Legami – TECS

More

23 Maggio 2019 21:00

Rassegna Tecs

LEGAMI

Compagnia Via le Sedie

Con Anna Radici che racconta se stessa, Chiara D’Ingeo, la ballerina, Matilde Frignani, la donna che ha paura della luce, Maria Novella Tavano, Concetta detta “Tina”, Federico Clerico, lo zio Bruno, Giorgia Galante, l’equilibrista, Marta Romagnoli, la bambina che s’ammala d’amore, Elisa Benedetto, la schizofrenica, Amedeo Mandrone, l’uomo che voleva volare, Alessandra Minchillo, la ragazza che aveva abortito

Testo e regia Anna Radici

Aiuto regia e coreografie Chiara D’Ingeo
Tecnico di compagnia e scenografia Lorenzo Rota
Foto e video di Ilaria Fucale e Lorenzo Albrile
Consulente ai costumi Sara Irali

un progetto di Anna Radici

in collaborazione con Associazione Teatrale “Via le Sedie”

Questo racconto dal titolo ambivalente è delicato e allo stesso tempo strabiliante. Anna, raccontando in modo ironico e allo stesso tempo malinconico la storia della propria infanzia, porterà gli spettatori in un mondo fatto di orti e di strade sterrate, di biciclette, di ghiaia e di profumi dimenticati.
Ripercorrerà, attraverso gli occhi di sé stessa bambina, gli anni più semplici della propria vita, i primi anni Sessanta, nei quali il paese scopriva nuove comodità e in cui la gente tirava lunghi sospiri di sollievo.
Parte vibrante del racconto è la sua famiglia, capace di esprimere il meglio di sé attraverso la musica; essa è la co-protagonista dei suoi primi anni di vita involontariamente “felliniani”, e per questo partitura necessaria dell’intero spettacolo.
Motore della narrazione sono le visite settimanali che Anna e sua madre facevano ad un loro parente ricoverato in una casa di cura psichiatrica, che ancora oggi esiste e si chiama Villa Cristina. Noi la conosceremo come “Villa dei matti”.
Alla Villa dei matti Anna incontrerà personaggi bizzarri, ognuno con le proprie storie, tutti con i propri malcontenti, passioni e sofferenze, costretti in quell’ospedale senza alcuna risposta.
I matti hanno a loro disposizione soltanto la poesia per far vibrare le loro anime e suscitare in noi compassione e comprensione. I loro racconti sembrano volerci portare nelle atmosfere masteriane di Spoon River, libro che ha segnato profondamente l’adolescenza dell’autrice.
I personaggi della vicenda non sono quelli che “dormono sulla collina”, al contrario sono tutti vivi e attraverso le loro storie narrano le vicende che li hanno condotti alla Villa.
Certamente i racconti dei matti appaiono sotto un’altra visuale narrativa, che non è quella innocente di Anna bambina e che alle volte lei stessa “non capisce”. Nei tre anni raccontati, Anna costruirà dei legami molto profondi con la sua famiglia e con le persone che conoscerà alla Villa.

I matti saranno rappresentati da un gruppo di giovani attori dell’Associazione Teatrale “Via le Sedie”.
In scena ci sarà anche una ballerina: sarà lei che costruirà i legami tra tutti gli attori di questa storia.


Costo biglietto 8€ intero, 5€ ridotto (residenti Aurora, allievi scuola di teatro e improvvisazione, over 65 e under 18)

per info e prenotazioni: 3383588315 – teatro@cecchipoint.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *